rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Centro Storico / Largo Giuseppe Mazzini

Un uomo lasciato sanguinante a terra nel centro di Monza

L'episodio è avvenuto in largo Mazzini: la denuncia del consigliere Paolo Piffer

Largo Mazzini, mercoledì 20 aprile, ore 18.45, un via vai di persone. Monzesi che ritornano a casa dal lavoro, altri in giro per il centro per una passeggiata o gli acquisti al supermercato prima di cena. Sdraiato per terra un italiano di 43 anni, che sta male: il volto sporco di sangue e sangue che gli usciva dalla bocca. Una ferita, molto probabilmente causata in seguito a una rissa, ma nessuno ha visto nulla e nessuno, nel frattempo, ha chiamato i soccorsi. 

Fino a quando è arrivato Paolo Piffer, consigliere comunale, che accortosi di quel giovane ferito a terra ha immediatamente allertato il 112. Dopo qualche ora ha raccontato l'accaduto sui social denunciando l'indifferenza delle tante persone che in quel momento passavano ma non si sono fermate. E la necessità di una politica che investa sulla prevenzione. Piffer conosceva quell'uomo. "Si tratta di un uomo molto seguito dai Servizi sociali - spiega il consigliere a MonzaToday -. Non so come si sia procurato quelle ferite. Molto probabilmente c'è stata una rissa, ma nessuno ha denunciato o allertato i soccorsi".

Dopo aver chiamato il 112 si è seduto accanto al 43enne e ha atteso l'arrivo dei soccorsi mentre le persone continuavano a passare accanto nella loro fretta serale. La piazza era piena. Dopo poco sul posto sono arrivati l'ambulanza, i carabinieri, la polizia di Stato e i vigili. Dopo i primi soccorsi è stato trasferito in ospedale per le cure del caso. 

Ma quell'indifferenza ha profondamente toccato Piffer. "La politica deve investire veramente nelle politiche sociali, offrire alternative, investire nella formazione, nell'inserimento lavorativo. Quando si parla di sicurezza non si può investire solo nelle forze dell'ordine, nella parte finale del problema. Purtroppo la prevenzione è stata trascurata per anni e questi sono i risultati".

Largo Mazzini già in passato è stata al centro di episodi di violenza, protagonisti persone che vivono ai margini della società e in molti casi dedite alla droga o alla criminalità. L'ultimo in ordine di tempo lo scorso novembre quando, intorno alle 21.30, a pochi passi dalla ruota panoramica inaugurata poche ore prima un ragazzo era stato accoltellato. Numerose poi le segnalazioni di litigi, spesso legati al mondo degli stupefacenti anche in pieno giorno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un uomo lasciato sanguinante a terra nel centro di Monza

MonzaToday è in caricamento