rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Si indaga

L'uomo preso a colpi di pistola e abbandonato vicino a un ospedale

Un 32enne è stato gambizzato, accompagnato nei pressi di un pronto soccorso e lasciato lì per terra

Qualcuno gli spara quattro colpi di pistola e qualcun altro lo abbandona sanguinante vicino all'ospedale di Garbagnate Milanese (Milano). È lì, per terra, che lo trova un ciclista in viale Carlo Forlanini, poco prima delle 20 di mercoledì. Il ferito è un cittadino marocchino, ha 32 anni e due ferite di proiettile per gamba.

Immediatamente sul posto arriva il personale dell'Azienda regionale emergenza urgenza con automedica e ambulanza. Il codice d'intervento è rosso anche se la persona gambizzata, come si dice in questi casi, non sembra essere in pericolo di vita. Sul luogo arrivano poi anche i carabinieri della Compagnia Rho, che provano subito a capire meglio la situazione. 

Si scopre così che al 32enne non hanno sparato in viale Forlanini ma all'interno del Parco delle Groane, tra Cesate e Solaro. A sparare, stando ai primi riscontri, sarebbe stato un altro cittadino del Marocco. Così come connazionali sono le due persone che lo hanno caricato in auto e abbandonato nei pressi del pronto soccorso.

Il 32enne, che parla poco italiano, è irregolare in Italia e non ha precedenti legati allo spaccio di droga, la vera piaga del Parco delle Groane. L'unico documento che esibisce è una tessera sanitaria e l'unico motivo per cui era noto alle autorità era per aver violato le norme anti covid. I militari, dopo le prime cure, dovranno risentirlo per approfondire meglio il contesto e i motivi per cui qualcuno ha deciso di punirlo, ferendolo ma lasciandolo in vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo preso a colpi di pistola e abbandonato vicino a un ospedale

MonzaToday è in caricamento