Tunisino tenta di darsi fuoco fuori dal Commissariato a Monza

Attimi di panico lunedì mattina: l'intervento dei vigili del fuoco ha permesso agli agenti di immobilizzare l'uomo e di evitare il peggio

L'intervento dei soccorsi lunedì mattina (Foto da Facebook, A. Lanzi)

E' uscito dagli uffici del Commissariato di viale Romagna minacciando di darsi fuoco e ha davvero provato a farlo.

Sono stati attimi di panico quelli che S. A., tunisino 49enne, in Italia da oltre 24 anni, ha fatto passare agli agenti lunedì mattina.

L'uomo si è presentato negli uffici per chiedere informazioni in merito al rinnovo del permesso di soggiorno ma si è visibilmente alterato dopo che il personale gli ha fatto notare la mancanza di uno dei requisiti fondamentali per portare a compimento la pratica. Non risultando più percettore di un reddito non avrebbe potuto inoltrare la domanda.

Di fronte al rifiuto il tunisino ha minacciato di darsi fuoco e ha messo in pratica l'intento proprio fuori dal piazzale del commissariato, nei giardinetti con aiuole che ci sono tra la sede della Polizia di Stato e la Procura. Qui si è sparso di benzina e ha provato a darsi fuoco. Il liquido infiammabile lo aveva già con sè, in una bottiglietta di plastica. 

Gli agenti sono subito accorsi insieme a un'ambulanza e ai vigili del fuoco. L'uomo ha parlato in maniera agitata e confusa della propria situazione familiare, delle difficoltà in cui stanno crescendo i suoi figli e di alcuni episodi di cui sarebbe stato vittima e nei quali avrebbe perso anche una notevole cifra di denaro.

Più volte gli agenti del commissariato hanno provato ad avvicinarsi ma l'agitazione dell'uomo ha fatto sì che ad ogni movimento degli uomini in divisa corrispondesse una minaccia da parte del tunisino. L'uomo non solo paventava la possibilità di darsi fuoco ma di far avvolgere dalle fiamme anche chiunque lo avesse fermato.

La tensione è salita quando il 49enne ha scavalcato la recinzione di un giardino condominiale ed è salito sul tetto di alcuni box e ha minacciato di lasciarsi cadere da un'altezza di circa 4 metri. 

Solo l'arrivo dei vigili del fuoco ha permesso agli agenti di intervenire senza alcun rischio: i pompieri sono riusciti a immobilizzare il tunisino liberando contro di lui un getto di acqua che lo ha fatto cadere a terra. Solo a quel punto gli uomini del commissariato sono riusciti a immobilizzarlo.

Il 49enne risulta residente a Nova Milanese fino a qualche tempo fa e ha una lista di piccoli precedenti penali che non hanno però a che fare con reati connessi alla rapina, allo spaccio o alla violenza: si tratta di menzioni per guida in stato di ebrezza e ancora di reati di natura amministrativa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento