Cronaca

Arriva il kit del nuovo partigiano: la Resistenza insegnata ai più piccoli

L'iniziativa promossa dal Comune di Usmate Velate. Le famiglie potranno ritirare in biblioteca un sacchetto con gadget e giochi ispirati al tema della Resistenza partigiana

A Usmate Velate arriva, per i piccoli, il “kit del nuovo partigiano”. Nell’epoca della pandemia, con la riorganizzazione e la limitazione delle cerimonie ufficiali, nel comune brianzolo la Resistenza e il 25 aprile si celebrano in famiglia attraverso attività ludiche.  L’Amministrazione comunale e la biblioteca civica, in collaborazione con l’associazione Piccoli Idilli, hanno organizzato per le celebrazioni del 25 aprile una serie di attività rivolte ai bambini.

Ecco che cosa si trova nel kit 

A partire da martedì 13 aprile, contattando la biblioteca, sarà possibile ritirare il sacchetto con il “Kit del nuovo partigiano” (sono disponibili 50 sacchetti). L’iniziativa è riservata alle famiglie che risiedono a Usmate Velate e hanno figli di età compresa tra i 7 e i 12 anni. Ogni kit contiene giochi e gadget evocativi i temi della libertà e della Resistenza partigiana. "Ogni famiglia - si legge nel comunicato stampa del Comune - potrà così giocare, sperimentare, divertirsi e riflettere in piena autonomia, dando il via ad un percorso di costruzione della coscienza civica dei propri figli". Chi avrà ritirato il kit potrà poi partecipare dal 22 al 25 aprile allo spettacolo di teatro personalizzato dal titolo “25 X 4 = 100 Fiori della Libertà” (naturalmente nel rispetto delle prescrizioni covid) con un attore. L’Amministrazione spiega che "l’iniziativa ha lo scopo di avvicinare anche i più giovani ai valori della libertà, elemento peraltro chiave della società attuale in periodo pandemico". Per ricevere il kit del “nuovo partigiano inviare un’email a  biblioteca.usmatevelate@cubinrete.it oppure telefonare allo 039.6829789.

Le iniziative in programma il 25 aprile

La cerimonia del 25 aprile, anche quest’anno, avverrà in modalità anti covid. Nella mattina di domenica 25 aprile il sindaco Lisa Mandelli, in rappresentanza di tutta la cittadinanza, si ritroverà fuori dal Comune per un minuto di silenzio all’alzabandiera, a cura di un rappresentante della locale sezione degli Alpini, ed insieme ad un delegato del gruppo locale dell’Anpi (Associazione nazionale partigiani d’Italia) verrà deposta una corona di fiori. Un fiore, dal simbolico colore rosso, sarà inoltre deposto nei luoghi del ricordo presenti sul territorio comunale: in questo modo il Comune aderirà alla proposta lanciata dall’Anpi di lasciare un segno ai piedi delle indicazioni delle vie, delle piazze, dei monumenti e delle strutture che riportano i nomi di antifascisti e partigiani. I segni saranno lasciati in prossimità di piazza Sandro Pertini e in piazza Alfonso Casati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva il kit del nuovo partigiano: la Resistenza insegnata ai più piccoli

MonzaToday è in caricamento