Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Prestano denaro a imprenditori in difficoltà, coppia di insospettabili usurai stanata dalla Finanza

Le indagini su una coppia di coniugi di Verderio sono partite dalla sproporzione tra i beni e i redditi dichiarati: nella rete degli strozzini anche imprenditori brianzoli in difficoltà con tassi di prestito che arrivavano al 250%

Si circondavano di beni e di proprietà consucendo un tenore di vita sproporzionato rispetto ai loro redditi.

E' così che l'occhio della Finanza è riuscito a scovare e portare alla luce l'illecità attività condotta da una coppia di coniugi brianzoli, trasformatisi in "insospettabili usurai".

I due strozzini, un ex artigiano A.F. e la sua consorte R.C.S., di Verderio Inferiore, nel lecchese, sono risultati dalle indagini condotte dalle Fiamme Gialle del comando provinciale di Lecco intestatari di un patrimonio di valore sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati al fisco. La fortuna che i due erano riusciti a mettere da parte però era stata accumulata illecitamente alle spalle di tanti imprenditori di Lecco e di Monza Brianza a cui era precluso l’accesso al sistema di creditizio ordinario. 

Al termine delle indagini, coordinate dalla dottoressa Giulia Rizzo, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Monza, i militari della Guardia di Finanza di Lecco hanno sottoposto a sequestro preventivo beni mobili, immobili e disponibilità bancarie della coppia per un valore di circa 600mila euro, compresi box, conti correnti, autovetture e deposito titoli.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il prestito veniva garantito dall’emissione di assegni post-datati con scadenza a 30 giorni e tassi d’interesse applicati per ogni singola operazione, variabili dal 112,5 % al 250%.

Dalle indagini sull'attività della coppia di usura è emersa anche una terza figura: si tratta di L.B., broker finanziario di Ronco Briantino denunciato per il reato di riciclaggio e balzato all’attenzione degli investigatori per lo sproporzionato elevato tenore di vita.

L'uomo avrebbe truffato a sua volta la coppia di usurai, facendosi consegnare circa un milione e 30mila euro che avrebbe finto di investire in fondi pensione e assicurazioni inesistenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prestano denaro a imprenditori in difficoltà, coppia di insospettabili usurai stanata dalla Finanza

MonzaToday è in caricamento