Omicidio in Valassina, ucciso con una coltellata un uomo di trent'anni

Il ferito, trasportato al San Gerardo in gravissime condizioni, è deceduto poco dopo l'arrivo in ospedale. Indaga la polizia stradale di Seregno

Immagine di repertorio

Omicidio in Valassina venerdì mattina. Un cittadino egiziano di 30 anni è morto poco dopo l'arrivo all’ospedale San Gerardo di Monza a causa di profonde ferite provocate da un'arma da taglio. E' giallo al momento sull'accaduto e sull'omicida. 

Tutto è cominciato alle 5.30 quando gli agenti della polizia stradale di Seregno hanno trovato il 30enne in gravissime condizioni all’imbocco della Valassina, all’altezza di Briosco. L'uomo aveva una ferita profonda da arma da taglio all'addome ed era in un lago di sangue. Secondo una prima ricostruzione, il cittadino egiziano avrebbe avuto una lite con un connazionale fuggito via prima dell'arrivo dei soccorsi probabilmente a piedi, dileguandosi nella boscaglia circostante.

Ignote al momento le cause della lite degenerata in omicidio. Non si esclude possa esserci un legame con il controllo del mercato dello spaccio o della prostituzione. Le indagini sono in corso. Pesanti anche le ripercussioni sul traffico, con lunghe code sulla Valassina in direzione Lecco, per permettere agli agenti della polizia stradale e dei carabinieri di Seregno di soccorrere il 30enne, deceduto poco dopo in ospedale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento