Tentò di uccidersi con un colpo di pistola: morto venerdì al San Gerardo

L'uomo è morto a causa delle lesioni al cervello causate dal tentativo di suicidio

Il luogo del tentativo di suicidio

È morto nella mattinata di venerdì il 52enne che mercoledì si era esploso un colpo di arma da fuoco al volto a Vaprio d'Adda. L'uomo, ricoverato in gravi condizioni al San Gerardo di Monza, è spirato a causa delle lesioni al cervello causate dal tentativo di suicidio.

Mercoledì mattina il 52enne, residente in un comune della bergamansca, aveva raggiunto l'alzaia nord a Vaprio d'Adda, a ridosso del ponte di Canonica. Poi ha estratto una pistola di piccolo calbiro, verosimilmente a tamburo, e ha premuto il grilletto.Le sue condizioni sono subito apparse disperate: i sanitari del 118 lo avevano accompagnato d'urgenza al pronto soccorso del San Gerardo. Sul posto erano intervenuti anche i carabinieri della compagnia di Vimercate che hanno trovato accanto al 52enne anche l'arma utilizzata.

Alla base del gesto, secondo quanto ricostruito, ci sarebbe una crisi depressiva. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento