Varedo, rubava nelle case a Capodanno: beccato sotto al tavolo

Lo straniero era riuscito arrampicarsi al secondo piano e a entrare rompendo una finestra. Ma i carabinieri di Desio lo hanno scoperto e bloccato con le mani nel sacco

Viale Sant'Aquilino a Varedo

VAREDO – I padroni fuori a festeggiare il Capodanno. E lui dentro nella loro casa. A rubare. Era questa la notte di San Silvestro che aveva programmato un cileno di 29 anni. Senza fissa dimora e sprovvisto di documenti, il sudamericano avrebbe voluto svaligiare un appartamento in via Sant’Aquilino a Varedo. Ma gli andata male. E la «festa» gliel’hanno fatta i carabinieri di Desio, che lo hanno arrestato per furto. Processato per direttissima, è stato condannato a un anno di reclusione e ora si trova nel carcere di Monza.

Verso le 21.30 dell’ultima sera dell’anno, il cileno si era arrampicato al secondo piano del condominio nel centro storico di Varedo. Con il favore delle tenebre, era stato un gioco da ragazzi forzare una finestra ed entrare nell’appartamento. Nella furia di arraffare tutto, il cileno ha commesso un errore: ha rotto un vetro. E il rumore ha destato l’attenzione di un vicino di casa, che ha chiamato i carabinieri.

I militari del Norm, aiutati dai colleghi della stazione di Varedo e della compagnia di Desio, hanno circondato il condominio. Con l’aiuto di un’autoscala dei vigili del fuoco, sono saliti fino al secondo piano e sono entrati nell’appartamento.

Il cileno ha fatto l’impossibile per tentare di essere invisibile. Spente tutte le luci, si è nascosto sotto il tavolo della cucina. Ma i carabinieri, dopo aver illuminato a giorno l’intero appartamento, lo hanno stanato. In tasca, lo straniero aveva 400 euro appena rubati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ai carabinieri ha raccontato di non essere un ladro, ma di essersi rifugiato al secondo piano del condominio perché moriva di freddo. Ma la spiegazione non ha convinto gli uomini dell’Arma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento