Veleno al parco, cane rischia la vita: "Fate attenzione anche ai bimbi"

Un cagnolino ha rischiato di morire dopo aver ingerito del veleno per lumache. Non è la prima volta che viene denunciata la presenza di veleno nelle strade cittadine

Veleno ritrovato in via Solferino (Foto da Fb)

Un nuovo allarme in città. Ancora paura per i più piccoli e per gli animali. Dopo via Don Minzoni e via Solferino, altre "esche avvelenate" sarebbero state trovate nel parco cittadino, dietro alla scuola d'Agraria. A farne le spese, secondo quanto racconta "Il Cittadino", Candy, un meticcio di quattro anni, adottato dal canile di Monza. 

"Come sempre mi sono diretto nel grande pratone dietro alla scuola d’Agraria – ha racconta il padrone di Candy al giornale – è un luogo poco noto e frequentato in particolare dai padroni dei cani. Un prato distante e nascosto rispetto ai tradizionali luoghi di ritrovo del parco, dove i cani possono correre liberamente senza il rischio di recare fastidio".

Tornata a casa, però, Candy ha iniziato a star male. "Vomitava e aveva la febbre – ha denunciato il padrone – L’ho subito portata al Pronto soccorso veterinario di Gerno dove lo specialista ha diagnosticato un avvelenamento. Aveva ingerito una quantità elevata di veleno per lumache". Fortunatamente, dopo una lavanda gastrica e qualche giorno in osservazione, Candy è potuta tornare a casa. 

Ma la rabbia del suo padrone non si è placata. "A rischiare - ha avvisato l'uomo - non sono solo i nostri amici a quattro zampe ma anche i bambini". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'allarme, insomma, dopo le altre segnalazioni dei giorni scorsi, è alto. Dall'Enpa Monza e Brianza, però, frenano. "Ad oggi - hanno fatto sapere - non siamo in possesso di nessun referto veterinario, nessuna denuncia ufficiale, né di certificazioni atte a comprovare la presenza di sostanze avvelenate". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento