menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorpreso a vendere sigarette a un ragazzino di 14 anni: licenza sospesa a un tabaccaio

L'intervento della polizia locale grazie alla segnalazione di una mamma monzese

Scendevano dall'autobus, entravano nel bar-tabaccheria prima del suono della campanella, stavano all'interno solo pochi istanti e poi uscivano. Senza nemmeno aver avuto il tempo di consumare la colazione.

Questa insolita rapidità della tappa al tabaccaio di molti giovanissimi studenti, in zona Libertà a Monza, a due passi dalla scuola primaria Rodari e dall'istituto Mapelli di via Parmenide, ha insospettito una mamma monzese che ha deciso di segnalare l'accaduto alla polizia locale e condividere con gli agenti i suoi sospetti.

Martedì mattina, per verificare che cosa accadesse all'interno del bar-tabaccheria, due agenti in borghese del comando di via Marsala si sono recati alle 7.30 all'interno del locale e si sono seduti a un tavolino a fare colazione. E' stato proprio in quel momento che, come se nulla fosse, il titolare dell'esercizio ha venduto a un ragazzino di 14 anni, residente a Gessate, un pacchetto di sigarette. 

Per il titolare della tabaccheria è scattata una multa di mille euro per la violazione amministrativa e la sospensione della licenza per la vendita di Monopoli di Stato per 15 giorni. Se l'acquirente avesse avuto meno di 14 anni per l'uomo, 46 anni, residente a Carugo, nel comasco, sarebbe scattata una denuncia. A sua discolpa il 46enne ha detto agli agenti di non essersi accorto che il ragazzo fosse minorenne. 

Nei guai è finito anche lo studente che ora dovrà spiegare ai genitori, che sono stati convocati in comando, le ragioni del suo comportamento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cinque cose insolite da vedere in Brianza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento