Cronaca Stazione / Via Enrico Arosio

Vendono cibo fatto in casa in strada e farmaci, multe per tre donne a Monza

Il controllo della polizia locale in stazione

La merce sequestrata

Una valigia "bancarella" con dentro carne, pesce, cous cous preparato a casa artigianalmente, confezionato e venduto senza alcuna autorizzazione. Insieme a creme schiarenti per la pelle, bevande alcoliche, spezie e farmaci. Tre donne di origine nigeriana sono state multate sabato in stazione a Monza dalla polizia locale che le ha sorprese a vendere merce e preparazioni alimentari senza autorizzazione fuori dal piazzale dello scalo ferroviario. Per ognuna è stato anche emesso un ordine di allontanamento per la violazione dell' art 5 c.1 del nuovo regolamento di polizia urbana.

Vendita abusiva di cibo e farmaci

Il controllo è scattato nel pomeriggio di sabato 5 giugno durante un servizio mirato della polizia locale presso i giardini del piazzale della stazione. Alcune pattuglie del reparto Nucleo Mobile hanno notato e fermato tre donne nigeriane intente a vendere, senza alcuna autorizzazione, cibo cotto in casa dalle stesse, tenuto in condizioni igienico sanitarie precarie: carne, pesce, cous cous e riso. In "esposizione" c'erano anche bevande alcoliche africane in bottiglie monodose, spezie, pesce secco, frutta secca,  panzerotti, Tutto era tenuto in sacchetti monoporzioni che facilitano la vendita, oltre ad una valigia colma di prodotti africani tra cui creme schiarenti per la pelle e farmaci come paracetamolo, antiparassitari e antinfiammatori.

Tutta la merce (550 pezzi) è stata sequestrata e sul piazzale della stazione gli agenti hanno identificato una ventina di persone, tutte cittadini ghanesi, nigeriani e senegalesi che stavano consumando il cibo sul piazzale dopo averlo acquistato.

cibo sequestrato valigia-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendono cibo fatto in casa in strada e farmaci, multe per tre donne a Monza

MonzaToday è in caricamento