Verano, muore sotto il sole mentre va in bicicletta

Caldo killer uccide ciclista di 53 anni. Stava pedalando in via Alfieri lungo la superstrada Valassina quando si è accasciato. Nei giorni scorsi anche un uomo di Macherio è stato colto da malore

Via Alfieri a Verano Brianza

VERANO BRIANZA – Stava pedalando in sella alla sua mountain bike. All’improvviso ha avuto un malore, ha rallentato, si è accasciato ed è morto. Un’altra vittima del caldo in Brianza. Vittima del solleone è stato Roberto Crepaldi, 53 anni, residente a Mariano Comense.
L’uomo si è sentito male poco dopo le 15 di sabato in via Alfieri, a Verano Brianza. A ritrovarlo senza vita, sull’asfalto di una pista ciclabile che scorre accanto alla superstrada Valassina, è stato un automobilista che stava passando di lì. Il corpo di Crepaldi era disteso per terra: a pochi metri da lui c’era la sua bicicletta.

SOCCORSI INUTILI  - Subito sono arrivati i carabinieri di Seregno e il 118 di Monza. I medici hanno tentato di rianimarlo con un massaggio cardiaco lungo trenta internabili minuti. Ma ogni tentativo di soccorso è stato inutile: l’uomo era già morto.
Roberto Crepaldi amava molto la bicicletta e, soprattutto d’estate, aveva l’abitudine di percorrere brevi escursioni su due ruote. Partendo da Mariano Comense, al momento dell’incidente aveva percorso poco più di cinque chilometri. Un’escursione piuttosto facile, quasi tutto in pianura e senza particolari sforzi fisici, che potessero provocare un infarto. Sul corpo sarà praticata un’autopsia, per accertare le cause esatte della morte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CALDO KILLER - Negli ultimi cinque giorni il caldo eccezionale ha provocato una ventina di malori in Brianza: a sentirsi male, quasi sempre, sono stati grandi anziani e cardiopatici. Il caso più grave quattro giorni fa: verso mezzogiorno un 44enne di Macherio ha avuto un attacco cardiaco mentre tornava dal lavoro sulla sua bicicletta. Subito soccorso, per fortuna non è morto. Secondo il 118 di Monza però non siamo ancora di fronte a una vera «emergenza caldo»: le chiamate e le richieste di soccorso al 118, in questo torrido fine settimana, hanno registrato un incremento del 10 per cento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento