menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Non è riuscito ad accettare la fine della relazione

Non è riuscito ad accettare la fine della relazione

Verano, 22enne spara alla convivente con un fucile da caccia

Lui la picchiava, lei non lo ha mai denunciato. Ma quando gli ha detto che la relazione era terminata, l'uomo non è riuscito adarsi pace e ha imbracciato l'arma. I due convivevano da sei mesi in un appartamento di Verano

VERANO BRIANZA – Ha imbracciato un fucile da caccia e ha sparato alla fidanzata. Momento di follia per un giovane albanese di 22 anni. Il giovane è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio e violenza domestica. Per fortuna la ragazza, 23 anni, è stata colpita solo di striscio al femore destro.
Il tentato omicidio è avvenuto nei giorni scorsi dopo una lunga storia di violenza e di maltrattamenti, ma la notizia si è appresa solo oggi.

STORIA FINITA - I due ragazzi convivevano da sei mesi in un appartamento a Verano Brianza. Ma da tempo la loro storia era finita. La giovane aveva manifestato l’intenzione di andarsene ma lui non lo poteva sopportare. Quello che all’inizio le era apparso come un gentiluomo si era rivelato invece un violento, che la picchiava anche per i motivi più futili.

LA CORSA IN OSPEDALE - Ferita in modo grave, la ragazza è stata portata al pronto soccorso di Carate Brianza dallo stesso fidanzato, che all’inizio ha tentato di mascherare il tentato omicidio sostenendo che il colpo era partito in modo accidentale. Aveva il femore destro spappolato da un proiettile calibro 12. Ancora in stato d’incoscienza è stata trasferita quindi d’urgenza all’ospedale Niguarda di Milano in traumatologia dove ha subito un primo intervento per cercare di limitare i danni. La giovane non è in pericolo di vita.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento