Intitolare allo scienziato Umberto Veronesi la Città della Salute di Sesto. L'idea piace

L'idea, avanzata dal consigliere regionale Fabrizio Cecchetti, piace anche alla giunta regionale

Umberto Veronesi (foto Ansa)

Intitolare la futura Città della salute e della ricerca di Sesto San Giovanni a Umberto Veronesi, l'oncologo e politico milanese scomparso nella serata di martedì a 90 anni. È la proposta avanzata dal consigliere regionale Fabrizio Cecchetti (Lega).

«Farò tutte le verifiche necessarie affinché il futuro polo d'eccellenza o una parte di esso sia intitolato al grande oncologo milanese», ha commentato  l'assessore al territorio Viviana Beccalossi. «L'impegno e la passione che il professor Veronesi ha dedicato alla lotta contro il cancro — ha proseguito— noto a tutti. I milanesi, i lombardi e più in generale tutti gli italiani gliene saranno sempre grati».

Anche la prima cittadina di Sesto San Giovanni Monica Chittò si è detta favorevole al progetto. «Veronesi e la sua opera sono un patrimonio italiano — ha chiosato la sindaca —. La sua figura era conosciuta e apprezzata in tutto il mondo per la sua battaglia contro il cancro, combattuta con la ricerca, la conoscenza e la promozione di stili di vita più sani». «Ritengo — ha aggiunto la Chittò — sia giusto ricordarne la figura e l’opera individuando, all’interno della struttura in fase di realizzazione, un luogo simbolico da dedicargli».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento