Falsi vestiti di marca sequestrati dai finanzieri e donati ai profughi

Gli oltre duemila capi di abbigliamento erano stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Sesto San Giovanni perché contraffatti. Ora saranno donati agli immigrati ospiti dei centri d’accoglienza di Bresso e Agrate. I dettagli

I vestiti saranno donati - Foto Paniagua

Un modo per sconfiggere il crimine. E un modo per fare del bene. 

Oltre duemila capi di abbigliamento contraffatti sequestrati dalla Guardia di Finanza di Sesto San Giovanni saranno donati dalle stesse fiamme gialle alla sezione della croce rossa di Villasanta, in provincia di Monza. 

I volontari della Cri, secondo quanto riporta “Il Giorno”, doneranno poi quegli stessi vestiti agli immigrati ospitati nei centri di accoglienza di Bresso, a nord di Milano, e di Agrate Brianza, in provincia di Monza. 

I vestiti, oltre duemila capi di abbigliamento, erano stati recuperati dalla Gdf durante una grossa operazione anti contraffazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento