Via Fiume, il degrado perenne alle case Aler

Sembra una maledizione: nonostante i lavori di ristrutturazione del 2005, le case Aler di via Fiume 11 versano in uno stato di degrado a cui occorrerebbe porre rimedio. Ma secondo le risposte ufficiali mancano i fondi

Il complesso di via Fiume 11

Consegnate nel 1976, le case Aler di via Fiume 11 e 14 sono state ristrutturate nel 2005. Ma il degrado le accompagna da anni, e non si risolve mai.

Abbiamo fatto un breve giro nei pressi del civico 11. La situazione è oggettivamente preoccupante. I residenti si lamentano da anni delle bollette salatissime del teleriscaldamento, forse dovute al fatto che all'interno del palazzo sussiste una dispersione del calore più alta della media. E poi l'ascensore rotto troppo spesso, anche se ciò (per fortuna, diremmo) non è imputabile a manomissioni umane.

Ma quello che preoccupa maggiormente è lo stato degli intonaci, che in più punti si sono staccati. Il danno è soprattutto alle colonne: basterebbe un po' di forza e si potrebbero staccare a mani nude altri pezzi.

E poi gli accessi ai garage sotterranei. E' palese lo stato d'abbandono in cui versa l'asfalto, con buche molto pericolose sia per chi scende a piedi sia per le automobili. Dal tetto potrebbero crollare pezzi di pietra, le scale per l'accesso dei pedoni sono completamente rovinate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' evidente il segno di infiltrazioni d'acqua. Non resterebbe che attendere che qualcuno agisca al più presto. I residenti hanno da tempo denunciato ai mass media e al potere politico locale la situazione, che quindi è già ben nota a tutti. Ma (dalle parole di un abitante del palazzo) sembrerebbe che la risposta ufficiale sia la mancanza di fondi per rimettere mano allo stabile. Una risposta probabilmente veritiera, ma che - com'è ovvio - non accontenta chi ha a che fare ogni giorno con un degrado simile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

  • Pizza e cocaina nel locale, tre arresti dei carabinieri a Giussano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento