rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Pagava autisti per trasportare profughi verso i paesi del Nord, indagato egiziano

Nuovo risvolto nell'ambito dell'indagine "Transitus". L'uomo dovrà rispondere di sfruttamento e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

Sfruttamento e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Questo il reato per il quale un cittadino egiziano, trentenne, residente a Monza, è indagato nell'ambito di un nuovo risvolto dell'indagine della polizia di Stato "Transitus" che lo scorso luglio 2016 aveva portato alla luce un'organizzazione criminale che si occupava di reclutare profughi siriani in stazione centrale a Milano per offrire loro viaggi della speranza attraverso dei "corrieri" compiacentii, verso i paesi del Nord. 

"Transitus", la polizia sgomina un'organizzazione di "scafisti" via terra

Erano state tredici le ordinanze di custodia cautelare a cui gli agenti della Polizia di Stato di Monza avevano dato esecuzione, sgominando un'articolata organizzazione composta da cittadini stranieri egiziani, siriani, romeni e una donna brasiliana.

Ora, dopo che le autorità tedesche, in Germania, hanno fermato e arrestato due autotrasportatori e, attraverso successivi interrogatori, sono riusciti a risalire al presunto mandante, un cittadino egiziano trentenne residente a Monza che avrebbe pagato i due per i trasporti, l'indagine ha fatto un nuovo passo avanti. L'uomo, E.E.R.F., è indagato per favoreggiamento e sfruttamento dell'immigrazione clandestina. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagava autisti per trasportare profughi verso i paesi del Nord, indagato egiziano

MonzaToday è in caricamento