Cronaca San Fruttuoso / Viale Lombardia

Il verde su viale Lombardia accende la polemica tra Comitati e Comune

I Comitati ritengono che il masterplan elaborato dall'architetto Kipar per la sistemazione paesaggistica dell'opera non sia stato rispettato ma il Comune rassicura che le linee guida del progetto saranno seguite

Il cemento mangia troppo verde.

Su viale Lombardia il masterplan paesaggistico dell’architetto Andreas Kipar che doveva essere il fiore all’occhiello dell’opera terminata dopo anni in cui Monza era stata divisa da un cantiere inviso a tanti sembra essere diventato, invece, il pomo della discordia tra cittadini e amministrazione.

Sabato i cinque Comitati di Cittadini di Monza Ovest hanno denunciato come il procedere dei lavori su viale Lombardia stia lasciando sempre meno spazio al verde, in favore del cemento.

“In diversi punti, la piastrellata arriva sino a 10 metri, una larghezza tanto impressionante quanto inutile” si legge nel comunicato dove del Comitato si sottolinea anche come “lo sconcerto è tanto più forte se si pensa che, ai prezzi attuali di mercato, la piastrellatura scelta ha addirittura costi più elevati della sistemazione a verde proposta dal paesaggista”.

A queste accuse ha risposto direttamente il Comune di Monza che ha rivendicato un operato in perfetta linea con il masterplan del paesaggista Kipar.

L’amministrazione cittadina ha replicato che i lavori svolti fino a questo momento da Anas hanno realizzato gli aspetti viabilistici dell’opera, senza tenere conto della sistemazione paesaggistica che dovrebbe ancora essere individuata in dettaglio entro fine gennaio, momento in cui avranno termine gli interventi viabilistici ancora aperti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il verde su viale Lombardia accende la polemica tra Comitati e Comune

MonzaToday è in caricamento