rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca / Bovisio-Masciago

Vigile brianzolo picchiato: solidarietà dai colleghi di tutta Italia

L'agente coinvolto lo scorso 9 settembre in una rissa a Bovisio Masciago

Solidarietà da Nord a Sud per l'agente della polizia locale di Bovisio Masciago preso a calci e pugni mentre stava cercando di dividere due persone che litigavano. Il fatto è avvenuto una decina di giorni fa e adesso arriva al giovane agente (oltre al sindaco di Bovisio Masciago e al comandante della polizia locale del comune brianzolo) una lettera di solidarietà da parte del gruppo 'Il fuori coro' sodalizio che riunisce agenti della polizia locale di tutta Italia. 

Quell'episodio avvenuto nel pomeriggio del 9 settembre aveva sollevato un grande scalpore. Secondo le informazioni fornite dagli inquirenti davanti a un bar di Bovisio Masciago due ragazzi - un 19enne di Cesano Maderno e un minorenne di Bovisio Masciago - avrebbe iniziato a litigare, passando ben presto dalle parole alle mani. Sul posto era intervenuta una pattuglia della polizia locale di Bovisio Masciago che aveva cercato di dividere i due ragazzi. Una volta allontanati i due giovane il 19enne - secondo quanto riferiscono gli inquirenti - si sarebbe scagliato contro il vigile, lo avrebbe colpito con pugni al volto facendolo cadere a terra e continuando poi a prenderlo a calci. Poi sarebbe fuggito. L'agente era stato trasferito in ospedale e dimesso il giorno successivo. 

"Non siamo un gruppo politicizzato né facciamo attività sindacale - si legge nella lettera inviata dal gruppo 'Il fuori coro’ -.  Siamo solo uniti dalla passione per il nostro lavoro per il quale promuoviamo iniziative ed attività volte al riconoscimento della nostra categoria spesso sottostimata e poco apprezzata. Quanto accaduto a Bovisio Masciago, ci dà ancora una volta occasione di prendere atto di come la polizia locale e chi la rappresenta, sia sempre presa a bersaglio da individui ostinati e caparbi a qualsiasi rispetto, ordine e norma civica. La lista delle aggressioni è lunghissima ed anche questo laborioso comune brianzolo non è stato esentato da questi atti di violenza ingiustificata e feroce. Rimane la consapevolezza di lavorare per il bene della comunità e per il buon ordine sociale, fondamentali pilastri sui quali si basa una società evoluta come la nostra che certamente non riconosce, e come potrebbe farlo, chi si arroga il diritto di trasgredire a qualsiasi codice sia esso della strada, annonario, giuridico od etico comportamentale e pretendere poi di accampare ragioni con le percosse o con le minacce nei confronti dei colleghi "rei" di compiere il loro dovere. Per questi motivi, il Fuori Coro, vuole manifestare a voi ed al collega vittima dello scontro con questo individuo senza regole e senza rispetto, piena solidarietà ed emotiva compartecipazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigile brianzolo picchiato: solidarietà dai colleghi di tutta Italia

MonzaToday è in caricamento