Il «Paese ritrovato» un villaggio-modello per i malati di Alzheimer

Sorgerà a a Monza sul viale che porta alla Villa Reale. Il comune ha dato il via libera per la realizzazone, sarà terminato per i primi mesi del 2018: ospiterà 64 pazienti

Un rendering della residenza

Si chiamerà «Il paese ritrovato» il primo villaggio in Italia interamente dedicato alla cura di persone affette da sindrome di Alzheimer e demenza senile. Un vero e proprio borgo di 14mila metri quadrati, quello che sorgerà alle spalle della residenza sanitaria San Pietro (lungo il viale che porta alla villa Reale). 

Dopo il via libera del Comune è il momento del cantiere. I lavori inizieranno il prossimo ottobre e si concluderanno nei primi mesi del 2018. La spesa è imponente: oltre 8 milioni, di cui 6 e mezzo già finanziati da alcuni imprenditori monzesi, fondazione Cariplo e Fondazione della Comunità di Monza e Brianza.

Sarà un paese in ogni dettaglio: avrà una piazza, un bar, un luogo di culto. Ma non solo: ci saranno anche un parrucchiere, un minimarket e una banca, oltre all'ufficio postale. Una realtà in miniatura dove gli ospiti si sentiranno sempre al sicuro. I pazienti (saranno 64) potranno uscire liberamente dalle loro abitazioni e svolgere le commissioni quotidiane. Solo un dettaglio differenzierà il «Paese» e il mondo esterno: la valuta. All'interno della struttura circoleranno solo banconote fac simile. Non solo: parrucchiera, barista e cassiera del supermercato saranno dipendenti della struttura socio-assistenziale, appositamente formati per rapportarsi con i pazienti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anima del progetto è Roberto Mauri, presidente della cooperativa «La Meridiana». Mauri non è nuovo a questo genere di strutture: da 40 anni si occupa di anziani e ha già inaguruat una delle prime strutture interamente dedicate a malati di Sla e stati vegetativi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento