menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Monza, ecco il "Villaggio ritrovato": il paese-modello per le persone malate di Alzheimer

L'assessore regionale Gallera: "La struttura avrà il sostegno di Regione Lombardia"

Una piccola città, dove trovano posto otto palazzine, un negozio, una parrucchiera, una chiesa. Una città nella città che consentirà alle persone colpite dal morbo di Alzheimer di avere una qualità di vita migliore. È il primo villaggio italiano per persone affette da questo morbo che sta sorgendo a Monza sul viale che porta alla Villa Reale. Un'opera che, come dichiarato durante un sopralluogo nel cantiere dall'assessore al welfare di regione Lombardia Giulio Gallera, avrà il sostegno del Pirellone.

La struttura aprirà i propri battenti nei prossimi mesi. "Il paese ritrovato sarà il primo centro in Italia per la cura dei malati di Alzheimer - ha evidenziato il vice presidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala - , un progetto assolutamente innovativo e lungimirante promosso dalla Cooperativa La Meridiana di Monza. Si tratta di un esempio di efficienza che Regione Lombardia vuole sostenere e valorizzare con un accordo a cui stiamo lavorando. Questo centro racchiude anche la grande attenzione dei privati e delle associazioni nel supportare iniziative legate al sociale e ai bisogni della comunità, un segno che rappresenta a pieno lo spirito di generosità della Brianza".

"Introdurremo il sostegno a questo progetto innovativo e ad altri, sempre dedicati a pazienti affetti da demenze - ha spiegato l'assessore Gallera - all'interno della delibera delle Regole di Sistema. Pensiamo, infatti, che questa piccola cittadella possa costituire un modello a cui ispirarsi per trovare nuove strade che consentano ai malati di mantenere il piu' a lungo possibile la propria autonomia, in un contesto protetto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento