menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La storia di Luigi: a 90 anni sconfigge il covid

Luigi Nava, 90 anni di Villasanta, tre settimane fa arriva al Policlinico di Monza in condizioni disperate. Le patologie pregresse e l'età non aiutano; i medici lasciano poche speranze, ma l'uomo pian piano reagisce alle terapie e adesso respira autonomamente. Il nipote grida al miracolo: "Sarà un Natale di gioia"

A 90 anni sconfigge il Covid dopo aver miracolosamente superato tre anni prima un infarto. È un giorno di festa per i parenti di Luigi Nava di Villasanta, classe 1930, che tre settimane fa è stato trasportato in condizioni molto serie al Policlinico di Monza. Fin da subito la situazione è apparsa disperata e i medici avevano dato poche speranza al nipote Roberto Manzato.

L’anziano, con patologie pregresse e con problemi al cuore, alla fine di novembre ha avuto un tracollo. “Da qualche giorno era inappetente – racconta il nipote -. Poi l’ultima domenica di novembre è stato molto male. Ha perso i sensi e solo l’arrivo tempestivo dei soccorsi e l’immediata somministrazione dell’ossigeno penso lo abbiano salvato”.

Luigi vive con la sorella e il cognato di 83 e 85 anni. Una vita dedicata al lavoro alla Singer di Monza, poi la meritata pensione e il tempo libero trascorso con gli amici del paese e con i familiari. 

“Mio zio è un miracolato – prosegue Roberto Manzato -. Vista l’età e le patologie pregresse i medici ci avevano dato pochissime speranze. Arrivato al Policlinico gli hanno subito riscontrato il contagio e una macchia ai polmoni; i problemi respiratori sono proseguiti per parecchi giorni”.

Poi pian piano  i miglioramenti fino alla decisione, alcuni giorni fa, di togliere l’ossigeno: zio Luigi respira autonomamente e non vede l’ora di tornare a casa.

“Un grazie a tutto il personale del Policlinico di Monza – aggiunge il nipote -. Sono persone speciali: ogni giorno ci aggiornavano sulle condizioni del paziente. Lo zio, man mano che si riprendeva, diventava sempre più collaborativo. Una tempra di ferro: dopo aver superato brillantemente un infarto, adesso ha sconfitto anche il coronavirus. Le patologie pregresse restano, l'età anche, ma per noi questo è il miracolo di Natale”.

Luigi tornerà a casa nei prossimi giorni, non appena la sorella e il cognato, anche loro risultati positivi al covid ma asintomatici, verranno sottoposti agli ultimi controlli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

L'Iss elenca uno a uno tutti gli errori della Lombardia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento