Villasanta, scritte neonaziste alla Casa dei Popoli

Svastiche e parole in tedesco sulla saracinesca del locale di via Garibaldi 6. Sono comparse nella notte tra il 20 e il 21 marzo. Il locale è molto conosciuto per i concerti e le attività culturali

Una scritta di matrice neonazista è comparsa nella notte tra il 20 e il 21 marzo sulla saracinesca del bar "La casa dei Popoli" a Villasanta. Poche parole. "Stiamo tornando, heil" e una svastica per indicare chiaramente i riferimenti ideologici. Segni di matrice neonazista sono stati tracciati anche sul simbolo grafico del locale e su quello del PD: lo stabile ospita infatti la sezione cittadina del Partito Democratico. "Ieri mattina verso le 11 mi hanno telefonato per avvisarmi - spiega Mario Origo, responsabile del locale - Non posso negare che ci siamo rimasti male soprattutto sotto il profilo umano, ma siamo andati immediatamente a sporgere denuncia ai Carabinieri considerando l'accaduto come atto vandalico".  Non è escluso che i teppisti possano essere arrivati da fuori: "In paese non ci sono mai stati episodi di violenza politica. Villasanta è una città tranquilla, e la Casa dei Popoli non aveva mai ricevuto minacce". Nessun danno al locale a parte l'imbrattamento, che sarà ripulito a breve.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Molto conosciuta in ambito brianzolo e non solo, la Casa dei Popoli è nata nel 2007 giocando sul nome di quella che un tempo era la "Casa del Popolo". Il progetto di restyling ha comportato il rifacimento della facciata e degli interni, ma anche e soprattutto un ripensamento dell'attività del locale, che da semplice bar si è trasformato in sede di concerti e manifestazioni culturali ad ampio spettro. Tra gli eventi di maggiore successo, il festival Jazz Kilometro Zero che nel 2010 ha portato in città alcuni tra i migliori musicisti del panorama italiano per serate-evento in cui alla musica di qualità è stata abbinata una cucina a filiera locale con prodotti e piatti tipici del territorio.  "Le nostre attività naturalmente vanno avanti - precisa Origo - Sabato ad esempio abbiamo in programma un 'Anpi-hour', un aperitivo con due partigiani che incontreranno i giovani raccontando la loro esperienza. Coninueremo a fare della Casa un punto di riferimento per la vita democratica, civile e sociale". Solidarietà è stata espressa dal Pdl cittadino tramite una nota diffusa questa mattina. Attulalmente gli inquirenti stanno vagliando le immagini delle telecamere presenti nella zona e i dati dei tabulati telefonici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Coronavirus, impennata di contagi in un giorno in Brianza: i numeri a Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento