Cronaca

Davyd, campione brianzolo, lancia in rete una raccolta fondi per acquistare una handbike

Davyd Andryiesh, campione brianzolo di handbike, punta agli Europei. Lancia una raccolta fondi su Facebook per acquistare un nuovo mezzo di ultimissima generazione. Suo papà, attualmente in cassa integrazione, non può sostenere la spesa. Il giovane indossa la maglia della Cus ProPatria Milano Triathlon

Per il suo diciannovesimo compleanno, il prossimo 8 gennaio, spera tanto di poter salire su quella handbike di ultimissima generazione per allenarsi  a tagliare il traguardo degli Europei che (Covid permettendo) si dovrebbero disputare entro l’anno.

Un sogno che Davyd Andryiesh ha condiviso in rete dove ha lanciato una raccolta fondi attraverso la piattaforma Gofundme, raccontando la sua storia personale e sportiva.

Davyd, nato in Ucraina, ma residente a Villasanta dall’età di 4 anni, dalla nascita è costretto sulla sedia a rotelle. Un problema al momento del parto gli ha creato una grave disabilità motoria, alla quale però il giovane non si è mai arreso.

Supportato dall’amore di mamma Svitlana, di papà Oleh e del fratello minore Paolo, Davyd fin da piccolo ha superato gli ostacoli attraverso il sorriso e lo sport. Prima il nuoto (gareggiando per la società sportiva Silvia Tremolada), poi a 14 anni la folgorazione della handbike.

“Quando ho visto Alex Zanardi alzare la sua bicicletta in cielo alle Olimpiadi di Londra ho capito che quello era il mio sport”, racconta. A 14 anni l’esordio al giro d’Italia handbike a Cesano Maderno, l’anno successivo il primo importante successo diventando campione regionale nella categoria under 16, nel 2019 il podio di campione regionale H2 senior.  “Sono orgoglioso di indossare la maglia della Cus ProPatria Milano Triathlon – prosegue -. Mi piacerebbe raggiungere risultati sempre più importanti”.

La tenacia e la forza di volontà non gli mancano: anche se in lockdown Davyd si allena costantemente a casa, e quando il tempo lo permette il papà lo accompagna a Vimercate dove, in sella alla sua handbike, percorre la pista ciclopedonale che arriva fino a Burago Molgora; oppure sfreccia sulla pista dell’Autodromo di Monza.

Ma per raggiungere traguardi più importanti la tecnologia è fondamentale: ecco perché il giovane atleta ha lanciato un appello su Facebook per raccogliere fondi per acquistare una nuova handbike realizzata con materiali ultraleggeri che gli permetterebbe di risparmiare fino a  2 kg soprattutto in salita. “Mi sono rivolto alla rete perché, in questo momento, i miei genitori non possono esaudire il mio desiderio – prosegue -. Mia mamma è casalinga, mio papà metalmeccanico ma dall’inizio del secondo lockdown è in cassa integrazione”. Una famiglia da mantenere, due ragazzi che studiano (Davyd quest’anno sosterrà l’esame di maturità al liceo Carlo Porta di Monza), e l’incertezza per il futuro. Investire 8 mila euro in una handbike è per questa famiglia una spesa insostenibile.

“Devo molto ai miei genitori. Mio papà è il mio meccanico di fiducia, mia mamma la mia mental coach, oltre che la mia prima tifosa. Spero tanto di poter realizzare il mio sogno, è grazie a loro se sono arrivato fino a questi risultati”.

La nuova handbike costa 8 mila euro, e nel giro di pochi giorni ne sono stati raccolti oltre 2 mila. “Sono grato a chi mi sta dando una mano. Ogni offerta è importante e preziosa, soprattutto in questo momento di incertezza economica”. Davyd è un ragazzo molto concreto. “Difficile parlare di futuro, soprattutto in questo momento di pandemia. Certamente voglio proseguire gli studi, e i ritmi universitari mi agevoleranno anche negli allenamenti”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Davyd, campione brianzolo, lancia in rete una raccolta fondi per acquistare una handbike

MonzaToday è in caricamento