Cronaca

"Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

Il messaggio è comparso sulla pagina Facebook "Sei di Villasanta se...". A postarlo i proprietari di Pallino, un dolcissimo esemplare di gatto siamese scappato dal giardino di casa, e investito in via Leonardo da Vinci. I proprietari capiscono il dolore di chi, involontariamente, ha investito il loro gatto

“A te che involontariamente hai investito il mio Pallino voglio chiedere scusa: per il grande dolore che questa esperienza ti ha provocato. Telefonami, perché vorrei chiederti scusa di persona: so quello che stai provando, perché è capitato anche a me”.

Un messaggio carico di umanità quello condiviso sul gruppo Facebook “Sei di Villasanta se…” da Luciano, il proprietario di un bellissimo esemplare di siamese (nella foto presa dalla pagina Facebook "Sei di Villasanta se...") che nei giorni scorsi è stato trovato per strada senza vita. Molto probabilmente travolto da un automobilista.

In quel post non ci sono polemica e rabbia. Tutt'altro un messaggio dai toni pacati, carico di umanità e di compassione verso quello sconosciuto che, senza volerlo, ha investito il suo amato Pallino.

“Voglio dire a questa persona di non sentirsi in colpa. Purtroppo Pallino era uno spirito libero, impossibile da tenere sempre in casa – scrive Luciano sul gruppo  -. Era capace di alzare le tapparelle di casa col suo musetto per farsi largo e uscire”.

Così è accaduto nei giorni scorsi quando Pallino è uscito di casa e dal giardino, avventurandosi lungo le strade di Villasanta;  il micio probabilmente è stato travolto in via Leonardo da Vinci dove è stato poi recuperato da una cittadina che ha immediatamente allertato la Polizia locale.

“Abbiamo attivato la procedura per il recupero dell’animale e per lo smaltimento della salma – spiega il comandante Maurizio Carpanelli -. Non siamo riusciti a risalire al proprietario perché il gatto era sprovvisto di microchip. La legge solo dall’anno scorso impone ai nuovi proprietari di microchippare il gatto che adottano o acquistano”.

Il 5 gennaio, però, al comando dei vigili di Villasanta è arrivata la telefonata dei proprietari di Pallino. “Grazie alla festività siamo riusciti a bloccare la procedura per la cremazione del gatto, e a consegnarlo ai legittimi proprietari – conclude Carpanelli -. Ci dispiace molto per la famiglia”.

Pallino è stato sepolto nel giardino di casa. I proprietari hanno deciso di condividere il loro dolore con l’involontario investitore, sperando di porgergli personalmente le scuse per la brutta esperienza che ha vissuto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

MonzaToday è in caricamento