Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

"Sono in Liguria, mi costituisco", ma si era nascosto a casa dietro a un cespuglio: preso

È successo nel pomeriggio di sabato 23 febbraio a Vimercate, nei guai un 29enne

Immagine repertorio

Era stato condannato a cinque mesi e 10 giorni di reclusione per guida in stato di ebbrezza e, visti i suoi precedenti, sapeva che i carabinieri lo avrebbero arrestato. Ha telefonato ai militari per dire che si trovava in Liguria e che si sarebbe costituito l'indomani, ma in realtà era a casa. L'epilogo? Le manette dopo un maldestro nascondiglio dietro a un cespuglio. È successo nel pomeriggio di sabato 23 febbraio a Vimercate, nei guai un 29enne di origini romene pregiudicato e disoccupato. La notizia è stata resa nota dai militari della compagnia di Vimercate.

Si nasconde dietro al cespuglio di casa: arrestato

Appena i carabinieri hanno ricevuto la chiamata si sono insospettiti e si sono diretti a casa del 29enne. Una volta citofonato la madre e il fratello del 29enne hanno confermato la versione del ragazzo, ma lui in realtà si era nascosto tra i cespugli sul retro della casa. Appena ha capito di essere alle strette ha tentato di scappare, ma è stato rincorso e arrestato dai militari del nucleo radiomobile.

È stato braccato e ammanettato dopo un breve inseguimento ed è stato ristretto nella casa circondariale di Monza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono in Liguria, mi costituisco", ma si era nascosto a casa dietro a un cespuglio: preso

MonzaToday è in caricamento