rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
lutto / Vimercate

A Vimercate proclamato il lutto cittadino

Oggi a Palazzo Trotti l'ultimo saluto ad Angelo Marchesi, volto storico della vita culturale cittadina

Lutto cittadino a Vimercate. Per la giornata di martedì 30 agosto Francesco Cereda, sindaco di Vimercate, ha proclamato il lutto cittadino in occasione delle esequie di Angelo Marchesi, che si terranno alle ore 16 nel cortile di Palazzo Trotti. Per tutta la giornata le bandiere degli edifici pubblici cittadini sono abbassate a mezz'asta. Nella prima seduta utile il consiglio comunale osserverà un minuto di silenzio. Angelo Marchesi, 70 anni, si è spento sabato 27 agosto dopo una vita dedicata al sapere e al bello. Volto storico e amato in città, in quella Vimercate dove era nato il 15 agosto 1952, e che oggi lo piange. 

Una vita dedicata alla cultura

Un'esistenza dedicata alla cultura quella di 'Angelino' come tutti lo chiamavano nella sua Vimercate. Ed è proprio nella cittadina brianzola che Angelo Marchesi ha intrapreso  importanti progetti culturali: negli anni Settanta l'apertura in via Garibaldi della 'Libreria popolare' un vero e proprio salotto letterario, oltre che punto di riferimento per gli appassionati della lettura. Il lavoro nell'ambito sempre della cultura: prima alla biblioteca di Usmate Velate, poi negli anni Novanta l'arrivo nella biblioteca della sua Vimercate dove ha portato avanti importanti progetti tra quali quello di avvicinare i più piccoli al magico mondo dei libri. Dalla biblioteca di Vimercate all'ufficio Cultura del comune di Vimercate dove, sostenuto da suo staff, ha realizzato tanti progetti tra i quali quello di promuovere la visita delle Ville del vimercatese. Progetto poi abbracciato dalla provincia che ha dato avvio alla rassegna Ville Aperte.

Il Must il suo gioiello

Ma il nome di Angelino Marchesi è soprattutto legato alla nascita del Must (Museo del territorio) inaugurato in Villa Sottocasa 12 anni fa. Un uomo che ha vissuto in prima persona il grande fervore culturale che, soprattutto negli anni Settanta e Ottanta, ha soffiato sui cieli della Brianza. Marchesi: è stato tra i fondatori di Radio Montevecchia, e del Bloom di Mezzago. Poi l'impegno politico che proprio nell'ultimo anno lo ha visto scendere in campo personalmente al fianco del sindaco Francesco Cereda. Marchesi si era candidato nelle liste del Pd e a lui, vista la sua grandissima esperienza, era stato affidato l'assessorato alla Cultura. Incarico che negli ultimi ha dovuto abbandonare per motivi di salute.

Il cordoglio del comune di Vimercate

Tante le dimostrazioni di affetto: da parte della politica ma anche e soprattutto dei semplici cittadini che hanno conosciuto e apprezzato il lavoro di Angelo Marchesi. "È grazie anche al suo contributo se oggi il patrimonio culturale della nostra città è ancora più ricco con una biblioteca riconosciuta a livello nazionale, il progetto di restauro e di rifunzionalizzazione della settecentesca Villa Sottocasa e il Must museo del territorio - si legge sulla pagina Facebook del comune di Vimercate -. Progetti da lui ideati e realizzati. Vimercate perde così una persona perbene, un professionista competente e di grande rispetto per la cosa pubblica. Qualità che hanno sempre accompagnato il suo agire, personale e professionale, mostrando in ogni occasione grande impegno e senso delle istituzioni anche quando negli ultimi mesi ha ricoperto la carica di assessore alla Cultura. La sua scomparsa rappresenta una grave perdita per tutti noi e lascia un profondo vuoto nel cuore di coloro che hanno avuto l'onore e il privilegio di conoscerlo. L’amministrazione comunale e tutti i dipendenti del Comune esprimono il proprio cordoglio per la sua perdita e le più sentite condoglianze a tutti i suoi cari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Vimercate proclamato il lutto cittadino

MonzaToday è in caricamento