Violenta la figlia 14enne della sua compagna: pensionato finisce in carcere

A denunciare tutto ai carabinieri era stata la madre della vittima, dopo che la figlia le aveva raccontato l'accaduto. Sabato i carabinieri di Desio sono andati a casa sua per eseguire un’ordinanza di custodia cautelare

Aveva violentato la figlia 14enne della sua nuova compagna. Non esitando a molestarla, nonostante lui avesse più di sessant’anni. A denunciarlo era stata la madre stessa, dopo che la figlia, in lacrime, le aveva raccontato tutto.

Otto anni dopo il violentatore, oggi quasi settantenne, è finito in carcere. L’accusa è pesante: violenza sessuale. L’uomo, oggi in pensione, non potrà più lavorare nei pubblici uffici. La sentenza è arrivata giovedì scorso dopo un iter processuale lunghissimo e contrastato.

Dopo aver scoperto la violenza, la compagna lo aveva cacciato di casa e lo ha perseguitato legalmente fino a sabato. Quando i carabinieri di Desio sono andati a casa sua per eseguire un’ordinanza di custodia cautelare e portarlo in carcere a Monza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento