Insegue e palpeggia una ragazza in stazione, 28enne fermato per violenza sessuale

L'episodio in stazione a Desio sabato nel tardo pomeriggio

Ha seguito e poi molestato, palpeggiandola insistentemente, una ragazza di 19 anni che rientrava da lavoro, diretta in stazione a Desio. Poi, una volta scoperto e fermato da alcuni viaggiatori che hanno tentato di impedirgli di salire su un treno e fuggire via, ha minacciato la vittima, paventando di tagliarsi le vene e accusarla per fargliela pagare. 

Le minacce però sono state ascoltate in diretta dalle forze dell'ordine con la quale la giovane era già al telefono per chiedere aiuto e in pochi istanti l'aggressore è stato fermato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto dai carabinieri della compagnia di Desio. 

Violenza sessuale in stazione

Tutto è iniziato intorno alle 19.30 di sabato sera quando la ragazza, una 19enne italiana di origini tunisine, residente a Cavenago, in Brianza, si è diretta in stazione a Desio per fare ritorno a casa dopo una giornata di lavoro. Mentre camminava verso lo scalo ferroviario ed era al telefono però si è resa conto di non essere sola e ha notato che a seguire insistentemente i suoi passi e a fare il suo stesso tragitto c'era qualcun altro. 

Una volta giunta in prossimità dell'ingresso della stazione l'aggressore, un 28enne tunisino senza fissa dimora e con precedenti di polizia non legati a reati connessi alla violenza sessuale, l'ha avvicinata e molestata, palpeggiandola insistentemente. La giovane però ha reagito ed è scattata una lite a cui hanno assistito anche alcuni pendolari che hanno cercato di fermare il molestatore che era intenzionato a salire al volo sul primo treno in arrivo e far perdere le sue tracce.

Una volta bloccato però il 28enne non ha reagito bene e ha perso il controllo, minacciando la ragazza dicendo di avere intenzione di tagliarsi le vene e di fargliela pagare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La minaccia e il fermo 

Le minacce però sono state ascoltate in diretta dagli operatori del 112 che la vittima aveva già allertato e con i quali era al telefono per chiedere aiuto. In pochi istanti sul posto sono accorsi i carabinieri della compagnia di Desio che hanno raggiunto il 28enne e lo hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto per violenza sessuale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

  • Coronavirus: cosa succede se nel proprio condominio c'è una persona positiva?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento