rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Le indagini

Il nonno e lo zio "orco", due arresti per violenze su bambine in Brianza in due giorni

Due terribili vicende. Le indagini e la ricostruzione

Una ragazzina palpeggiata dallo zio durante i pigiama party in casa con le cuginette e un'altra giovane vittima delle attenzioni sessuali del nonno. Sono due gli uomini - 50 e 67 anni - che in Brianza in appena due giorni sono stati arrestati per il reato di violenza sessuale aggravata. Entrambi, raggiunti da una ordinanza di custodia cautelare in carcere al termine delle indagini condotte dai carabinieri del comando provinciale di Monza e Brianza e coordinate dall aprocura di Monza, sono accusati di aver molestato due adolescenti all'interno della cerchia familiare.

Il nonno arrestato 

Avrebbe palpeggiato la nipote adolescente mentre riposava nella camera da letto. Lei a quel punto è scappata dalla casa dei nonni, ha chiamato la mamma e le ha raccontato l’accaduto. L’uomo, un 67enne italiano, nel pomeriggio di lunedì è stato raggiunto da una ordinanza di custodia cautelare eseguita carabinieri della stazione di Bernareggio che hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Monza su richiesta del sostituto procuratore della locale Procura della Repubblica nei confronti del nonno presunto responsabile del reato di violenza sessuale su una minorenne.

Le indagini, coordinate dall’autorità giudiziaria del capoluogo brianzolo, sono iniziate a marzo dopo la denuncia presentata dalla madre della ragazzina. La donna avrebbe raccontato che nel mese di dicembre dell’anno scorso la figlia, mentre era a casa dei nonni paterni, avrebbe ricevuto attenzioni particolari dal nonno. Sempre secondo le informazioni fornite dagli uomini dell’Arma mentre l’adolescente riposava nel letto dei nonni, il 67enne si sarebbe avvicinato e avrebbe iniziato a strusciarsi contro di lei e a palpeggiarla. La ragazzina a quel punto si era alzata, era subito uscita di casa, e aveva telefonato alla mamma raccontandole quando avvenuto. Il 67enne è stato arrestato e trasferito in carcere in attesa di dover rispondere davanti gli inquirenti dei reati contestatigli.

Il pigiama party e i palpeggiamenti

Un 50enne, sempre in Brianza, è stato invece arrestato con l'accusa di violenza sessuale aggravata ai danni della nipote minore di 14 anni. L'uomo è accusato di aver palpeggiato più volte nelle parti intime la nipotina durante delle serate tra cuginetti organizzate a casa sua.

Secondo quanto ricostruito dai militari dell'Arma, lo zio, approfittando di pigiama party organizzati presso la propria abitazione fra cuginetti, avrebbe più volte palpeggiato la nipote nelle parti intime. Le indagini erano state avviate lo scorso anno dopo la denuncia sporta presso i carabinieri dai genitori della vittima. Le audizioni protette di vittima e testimoni avevano poi permesso di ricostruire il quadro degli abusi.  "Le convergenti dichiarazioni sono state poi confermate in sede di incidente probatorio ed hanno delineato un grave quadro indiziario a carico dell'uomo, la cui condotta, come rilevato dal GIP, è sintomatica di attrazione irrefrenabile verso soggetti immaturi la cui capacità di resistenza ad offerte sessuali insidiose è assai debole" spiegano dal comando provinciale dei carabinieri di Monza e Brianza.

L'uomo inoltre, secondo quanto reso noto "avrebbe esercitato pressioni sui familiari al fine di ritrattare le dichiarazioni rese, attraverso minacce orali o facendo leva sui sensi di colpa". Le manette per il 50enne sono scattate a Cusano Milanino, dove l'uomo è stato rintracciato dai carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nonno e lo zio "orco", due arresti per violenze su bambine in Brianza in due giorni

MonzaToday è in caricamento