Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Limbiate

Litiga con la moglie e cerca di darle fuoco: arrestato dai carabinieri

I carabinieri sono stati allertati dal figlio della coppia. L'uomo, nel frattempo, ha tentato la fuga

Una lite furibonda con la moglie e poi la tragedia. Fortunatamente sfiorata, grazie all'intervento dei carabinieri allertati dal figlio della coppia, e alla forza della donna che è riuscita a sfilarsi gli abiti avvolti dalle fiamme evitando così di diventare una torcia umana.

Una tragedia sfiorata quella avvenuta nei giorni scorsi a Limbiate. Secondo la ricostruzione degli inquirenti marito e moglie litigano, ma la rabbia dell'uomo va oltre le parole, e terminata la discussione si procura una tanica piena di benzina. Sarebbe ritornato dalla consorte, e le avrebbe gettato addosso il liquido infiammabile e poi, dopo aver innescato l'incendio con un accendino, sarebbe scappato. Fortunatamente la donna è riuscita subito a togliersi gli abiti già avvolti dalle fiamme, mentre il figlio maggiorenne ha chiamato i soccorsi. 

Immediato l'arrivo dei carabinieri della stazione di Limbiate, dei vigili del fuoco e dei soccorritori. I militari e i pompieri hanno spento le fiamme che nel frattempo avevano avvolto la lavatrice. La donna, che non era in pericolo di vita, è stata trasferita in codice verde all'ospedale Niguarda di Milano dove i sanitari le hanno medicato le lievi escoriazioni che presentava sulla schiena. 

I carabinieri hanno iniziato subito le ricerche del marito, un 40enne incensurato di origini ucraine. L'uomo poco dopo è stato rintracciato e trasferito in caserma, dove è stato dichiarato in stato di arresto. Successivamente è stato trasferito in carcere con l’accusa di maltrattamenti, così come diposto dal Sostituto di turno della Procura della Repubblica di Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con la moglie e cerca di darle fuoco: arrestato dai carabinieri

MonzaToday è in caricamento