Stazione di Lissone, rom usano i motorini dei pendolari come poltrone

La denuncia è scattata su Facebook dove è stata pubblicata una foto: dopo i furti di pneumatici dalle auto questa la nuova angheria che i pendolari devono sopportare

La stazione di Lissone

A Lissone è meglio andare in stazione a piedi.

Se la raggiungi in auto rischi di ritrovarti la vettura senza gomme, visti i recenti e continui episodi di furti di pneumatici in città, se invece ci si affida a un motorino, come riporta "Nuova Brianza", al ritorno si rischia di trovarlo occupato.

Sì, proprio come qualsiasi panchina pubblica nei paraggi.

Da qualche tempo infatti alcuni rom che si aggirano per la zona della stazione usano sedersi sulle selle dei motocicli per riposarsi o aspettare. 

La scena non è certo piaciuta ai pendolari che al loro arrivo hanno trovato l'inaspettata visita sul proprio mezzo.

La polemica si è infiammata su Facebook dove diversi lissonesi avevano già lamentato la presenza dei molto rom in città e dei continui tentativi di accattonaggio che spesso sono accompagnati da aggressioni verbali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento