Lunedì, 25 Ottobre 2021
Economia Vimercate / Via Trento, 30

Alcatel di Vimercate, in 500 a protestare in Regione

Erano circa 500 i lavoratori dell'azienda delle telecomunicazioni francese che ha sede a Vimercate che martedì a Milano hanno protestato contro il rischio di dismissione dello stabilimento

Sotto un cielo grigio, incerto, martedì si sono radunati in 500 a Milano davanti a Palazzo Pirelli, la sede della Regione.

Non è la prima volta che i lavoratori della Alcatel Lucent di Vimercate portano la loro protesta di fronte alla Regione. Questa volta erano di più e insieme agli addetti sono aumentate anche le domande che martedì sono state ascoltate da alcuni consiglieri e da una delegazione di giunta.

In una lettera aperta al Presidente della Regione Maroni i lavoratori si presentano: ricordano quello che sono stati, addetti di un'azienda "leader unica in Italia nel settore dell'Information Technology" e tentennano parlando di futuro di fronte alle previsioni di un "piano di ristrutturazione che prevede, oltre alle 100 persone attualmente in cassa integrazione e altri 600 esuberi in tutta Italia".

La loro è una battaglia che va avanti da mesi, combattuta per difendere il posto che la multinazionale francese delle telecomunicazioni in Brianza, come in altre sedi d'Italia, non riesce a garantire.

La protesta di martedì è partita da via Filzi, dove i manifestanti hanno bloccato la circolazione e hanno protestato contro il rischio di dismissione dello stabilimento, chiedendo risposte e interventi alla Regione per trovare finanziamenti capaci di far ripartire gli investimenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alcatel di Vimercate, in 500 a protestare in Regione

MonzaToday è in caricamento