Alcatel Lucent: da Vimercate a Milano

I lavoratori protestano contro i tagli previsti dall'azienda multinazionale. Tagli anche tra i ricercatori. «In Italia ottenuti i risultati migliori»

La protesta di Alcatel arriva a Milano.  E' fissata per martedì la manifestazione dei dipendenti dell'azienda vimercartese del comparto hi-tech  di fronte alla nuova sede della Regione Lombardia di via Fabio Filzi a Milano.

Il piano di ristrutturazione presentato dalla multinazionale al ministero dello Sviluppo Economico lo scorso 24 gennaio prevede 700 esuberi nel nostro paese. Saranno 490 i tagli del personale, pari al 25 % dell'intera forza lavoro, 200 lavoratori somministrati e 360 ricercatori, pari al 45% del dipartimento Ricerca e Sviluppo.

«I prodotti sviluppati e gestiti in Italia - affermano  gli operai -  sono venduti a tutti i più grandi operatori di telecomunicazioni e contribuiscono con 470 mln di euro, pari al 37% del fatturato complessivo della divisione «Optics» a livello mondiale, con un margine del 39%: largamente superiore, fanno notare, a quello dell'intera divisione».

Nel corso del 2011, ben 15 dei 34 brevetti complessivi della divisione Optics sono stati ottenuti in Italia e a Vimercate

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento