Economia

Mezzi pubblici, da settembre scattano gli aumenti

Piccoli adeguamenti tariffari che la Regione - in base all'inflazione - ha facoltà di fare ogni anno. Ma la cosa non è stata pubblicizzata

Una delibera della Regione non pubblicizzata, ma che è stata fatta in agosto: aumentano - seppure di poco - le tariffe di alcuni treni e tratte interurbane di pullman lombardi.

Il ritocco, dello 0,61 per cento di media, riguarderà biglietti e abbonamenti del metrò nelle tratte interurbane, mensili e biglietti integrati di treni regionali e pullman provinciali. Al rientro dalle ferie, chi usa i mezzi pubblici per andare a scuola o al lavoro troverà quindi le tariffe, in molti casi, leggermente aumentate.

Qui tutte le modifiche e il nuovo tariffario Trenord.

Ogni anno la Regione ha la facoltà di adeguare le proprie tariffe, sulla base della variazione Istat del costo della vita e del raggiungimento di alcuni obiettivi specifici, come la regolarità dei mezzi e la loro puntualità, come riporta Repubblica.

Qui il nuovo tariffario Atm.

Si tratta di decine di centesimi di differenza, in alcuni casi qualche euro.

Non cifre esagerate, ma che vanno a intaccare il già risicato budget delle famiglie lombarde.  Il Pd al Pirellone ha protestato: "Non era il caso di fare l'adeguamento; servono investimenti e infrastrutture nuove per il futuro". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mezzi pubblici, da settembre scattano gli aumenti

MonzaToday è in caricamento