Venerdì, 22 Ottobre 2021
Economia

Il cibo made in Lombardia piace all'estero: l'export vola

Salumi e latticini in Germania e Francia, tè e caffè nel Regno Unito, dolci in Francia e Finlandia, pesci in Medio Oriente, pasti pronti in Olanda, vini negli Stati Uniti: 1,2 miliardi di export nei primi tre mesi del 2014, +8,4%

All'estero piace il cibo lombardo.

Supera 1,2 miliardi di euro l’export agroalimentare made in Lombardia nel mondo nei primi tre mesi del 2014.

Il 27,7% del cibo esportato all'estero proviene da Milano e provincia poi c'è Bergamo, Brescia e Mantova che superano tutte i 120 milioni di export.

Tra i prodotti il cui consumo cresce di più, i formaggi, i pasti pronti, le bevande e frutta e verdura.

Sono questi i dati che emergono da uno studio della Camera di commercio di Milano e della Camera di commercio di Monza e Brianza in collaborazione con Coldiretti Lombardia.

Guarda qui la mappa del gusto lombardo nel mondo. 

I prodotti alimentari lombardi piacciono soprattutto in Germania e Francia e Regno Unito per carni e salumi, apprezzati invece in Francia i formaggi made in Lombardia.

A impazzire per i dolci sono ancora i francesi mentre a preferire i piatti pronti in prima fila ci sono gli olandesi.

Il vino e le bevande made in Lombardia sono particolarmente richieste negli Stati Uniti dove su un giro d'affari di 193 milioni di euro l'export made in Italy ne vale 58.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cibo made in Lombardia piace all'estero: l'export vola

MonzaToday è in caricamento