Sciopero dei dipendenti della Cifa, licenziamenti in vista

Contro il taglio di 75 dipendenti giovedì mattina i lavoratori della Cifa di Senago hanno protestato

La sede di Senago (dal sito aziendale)

Di nuovo uno sciopero.

Questa volta, dopo il presidio continuo ai cancelli della Carrier di Villasanta che chiuderà i battenti a giugno e dopo l’agitazione che ha portato diversi dipendenti della Micron di Agrate Brianza giovedì mattina a protestare contro le procedure di mobilità avviate dall’azienda, è stata anche la volta della Cifa di Senago.

Giovedì mattina i 300 dipendenti dell’azienda leader nella produzione industriale di macchine per l’edilizia hanno fatto sentire la propria voce per dire no ai 75 licenziamenti in vista.

Negli anni scorsi il gruppo era stato acquisito dalla società cinese Zoomlion Heavy Industry ma la società ha dichiarato di aver subito una forte contrazione nelle vendite e il gruppo ha mostrato l’intenzione di trasferire parte della produzione in Cina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento