Venerdì, 22 Ottobre 2021
Economia

La fotografia della crisi del settore metalmeccanico in Brianza

I dati del monitoraggio della Fim- Cisl di Monza e Brianza e Lecco

La Fim Cisl Monza Brianza Lecco ha effettuato un monitoraggio relativo alle situazioni di crisi nel territorio di Monza e Brianza, nel primo semestre del 2014.

Da gennaio a giungo sono 244 le aziende industriali ed artigiane coinvolte da processi di crisi e difficoltà. Per lo stesso periodo, nel 2013, il numero si fermava a 229 imprese.

Oggi invece le aziende messe in ginocchio dalla crisi coinvolgono 10.765 addetti occupati e 7.931 addetti coinvolti dall’utilizzo di “ammortizzatori sociali”.

In particolare per quanto riguarda il settore metalmeccanico nel territorio della Brianza sono 100 le aziende che si avvalgono della cassa integrazione guadagni ordinaria (CIGO) e 25 quelle con l’utilizzo di cassa integrazione guadagni straordinaria (CIGS).

12 si avvalgono dell’utilizzo dei contratti di solidarietà e 94 aziende, erano 81 nel 2013, usano la cassa integrazione in deroga con 492 addetti coinvolti.

Le procedure di mobilità invece sono in corso in  20 imprese, un numero quasi raddoppiato rispetto all'anno precedente quando questo dato si fermava a 12.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fotografia della crisi del settore metalmeccanico in Brianza

MonzaToday è in caricamento