Crisi, ancora in stallo l'artigianato brianzolo

Rispetto al II trimestre 2014 in aumento sia la domanda interna (+0,2%), che quella estera (+0,7%). Gli artigiani sperano nell'aumento della produzione ma il mercato del lavoro preoccupa

Ancora nessuna ripresa per l’artigianato manufatturiero brianzolo.

Stazionaria la produzione e il fatturato. A rivelarlo sono i dati dell’Analisi congiunturale trimestrale dell’Artigianato manifatturiero in Brianza (III trimestre 2014), realizzata dall’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza in collaborazione con le Associazioni provinciali dell’Artigianato e dei Lavoratori della Brianza.

Qualche segnale positivo in realtà c’è ma l’uscita dalla crisi è ancora lontana. Rispetto al II trimestre 2014 è aumentata la domanda interna dello 0,2% e di qualche punto percentuale in più, lo 0,7%, quella estera.

A livello tendenziale invece rispetto a un anno fa gli ordini esteri crescono del +1,2% mentre gli ordini interni sono in lieve flessione (-0,9%). Sebbene si mantenga stabile anche la produzione a preoccupare di più gli artigiani è il mercato del lavoro: l’occupazione registra un saldo negativo del -1,4% nonostante sia diminuito rispetto ai mesi scorsi il ricorso alla CIG che ha interessato lo 0,9% delle imprese.

Le aspettative degli artigiani della Brianza si mantengono dunque prudenti, anche se sale al 19,5% la quota di chi si aspetta aumenti della produzione, restano basse invece le attese sul miglioramento dell’occupazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“I dati dell’ultima congiuntura – ha dichiarato Gianni Barzaghi membro di giunta della Camera di commercio di Monza e Brianza - se da un lato possono fare ben sperare, dall'altro ci dicono che la fine della crisi per le nostre imprese non è vicina. Il fatto che l’andamento sia stabile non può certamente cancellare sei anni durante i quali abbiamo vissuto per lo meno tre recessioni. Le nostre imprese hanno cercato di far fronte alle difficoltà del mercato interno, cercando di aprirsi all’estero”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • Il coronavirus torna a far paura: "Situazione può diventare esplosiva, adesso Monza rischia"

  • Monza, maxi operazione antidroga della polizia di Stato: diversi arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento