Tari, a Monza nessun errore: "Il calcolo sulle pertinenze è stato correttamente applicato"

Dal municipio rendono noto che non sarà necessario rivedere i conteggi

A Monza non c'è stato alcun errore: i conteggi relativi al calcolo delle pertinenze per il pagamento della Tari, la tassa sui rifiuti, è stato applicato correttamente. A dirlo è stato lo stesso comune che, attraverso una nota, è intervenuto in merito ai presunti errori di calcolo sulla Tassa Comunale Rifiuti emersi in alcuni Comuni Italiani e sui quali si è pronunciato direttamente il Governo nei giorni scorsi.

"L’Ufficio Tributi del Comune precisa che a Monza il calcolo sulle pertinenze è stato correttamente applicato: dunque non è necessario rivedere i conti poiché la città non rientra tra i Comuni italiani chiamati a rimborsare parte della quota variabile sulle pertinenze" spiegano da piazza Trento e Trieste.

"Il regolamento TARI in vigore, approvato dal Comune nell’anno 2014, contiene la seguente esplicita disposizione all’art. 5D comma 5: Le utenze domestiche costituite da box, cantine o locali accessori a quelli di uso abitativo, anche quando ubicati ad indirizzo diverso da quello dell’abitazione, sono soggette solo alla quota fissa in quanto la quota variabile è già corrisposta per i locali dell’abitazione" aggiungono dal municipio, precisando che la stessa disposizione era già in vigore nel 2013.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento