I cinesi vogliono comprare Esselunga: offerta da 7 miliardi e mezzo agli eredi di Caprotti

L'offerta è stata presentata dal colosso cinese Yida International. Tutti i dettagli

Un'offerta da sette miliardi e mezzo per Esselunga. E un’emblema dell’imprenditoria italiana che potrebbe trasformarsi - come “amava” dire il suo creatore - in un impero “falce e carrello”. Esselunga, il gruppo di supermercati messo in piedi da Bernardo Caprotti, è finito nel mirino di un’azienda cinese. 

Stando a quanto riporta “La Repubblica”, infatti, Yida International Investment - colosso orientale dell’immobiliare e dell’energia - avrebbe presentato un’offerta da sette miliardi e mezzo al gruppo Supermarkets italiani e a Villata, le aziende della famiglia Caprotti che gestiscono proprio Esselunga e il patrimonio immobiliare del gruppo, per rilevare l'intero pacchetto. 

Scrive La Repubblica: 

Attraverso i suoi legali, il gruppo cinese avrebbe fatto pervenire a tutti gli azionisti un'offerta a nove zeri, sotto forma di manifestazione d'interesse vincolante subordinata ad una due diligence. 

Sette miliardi e mezzo, inevitabilmente, è una cifra che potrebbe far vacillare gli eredi di Caprotti. Anche perché lo scorso settembre Esselunga era stata valutata tra i quattro e i sei miliardi di euro: una cifra ben inferiore, quindi, ai sette miliardi e mezzo che arriverebbe dalla Cina. 

L’offerta cinese, inoltre, arriva in un momento in cui il futuro di Esselunga non è ancora delineato al massimo, anche per le “difficoltà familiari” di rapporti tra Marina e gli altri due di figli di Bernardo, Violetta e Giuseppe

Nonostante le linea guida di Caprotti, che nel suo testamento ha chiesto agli eredi di vendere Esselunga ad un’azienda internazionale ma mai a una Coop, Marina e la madre Giuliana Albera sembrerebbero essere sempre più intenzionate a tenere la direzione del gruppo. L’ostacolo, però, è liquidare gli altri due figli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nuovo ostacolo, da ora, potrebbe però essere resistere all’offerta cinese. Esselunga, al momento, non ha né confermato né smentito le voci. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento