Maxi evasione fiscale, imprenditore arrestato in Brianza

L'uomo è il fondatore di Viesse International con quartier generale a Usmate Velate. Secondo la gdf, le sue società non avrebbero versato né imposte né contributi

Maxi evasione fiscale scoperta

Un imprenditore di Monza, di 44 anni, è stato arrestato all'alba di venerdì 20 settembre per una presunta maxi frode fiscale, con evasione di imposte e contributi previdenziali che la guardia di finanza di Milano quantifica in circa 50 milioni di euro, valore che è stato preventivamente sequestrato tra i beni delle società.

Il blitz è stato effettuato nelle sedi del gruppo Viesse International Holding, leader nella fornitura di servizi alle aziende: il gruppo è composto da dieci società con quartier generale a Usmate Velate.

Secondo quanto riferito dalla guardia di finanza, le società del gruppo "non hanno versato praticamente né imposte all'erario né contributi Inps e Inail" nonostante un fatturato di oltre 82 milioni e 2.200 collaboratori in tutta Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Natale low cost: 11 idee regalo a meno di 20 euro per gli amici e la famiglia

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento