Economia

Il Tribunale dichiara il fallimento della Icar, i sindacati incontrano i curatori

I rappresentanti dei lavoratori chiedono interventi rapidi: "Bisogna attivare gli ammortizzatori sociali più congrui"

Il Tribunale di Milano ha dichiarato il fallimento della Icar di Monza e ha nominato tre curatori.

L’annuncio martedì 3 agosto, a distanza di qualche giorno da quando il liquidatore aveva depositato la richiesta di fallimento al Tribunale di Milano.

Una richiesta che aveva scatenato la rabbia dei lavoratori dell’azienda monzese che il 28 luglio avevano incrociato le braccia e indetto una giornata di sciopero. La protesta davanti ai cancelli della ditta di via Isonzo e la rabbia per vedersi sfumato lo stipendio di luglio (inserito nel fallimento).

Intanto martedì i sindacati si sono incontrati con il collegio dei curatori fallimentari. “Nella dichiarazione di fallimento, il Tribunale ha chiesto ai curatori di  valutare  la  sussistenza  dei presupposti  di un esercizio provvisorio - spiegano in una nota stampa congiunta Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Rsu -. I curatori si sono impegnati a redigere in tempistiche quanto più brevi la relazione necessaria a definire l'utilizzo o meno dell'esercizio provvisorio, e quindi della possibilità di parziale ripresa di attività per completare le commesse in essere”.

Una scelta che necessita, comunque, una serie di valutazioni. “Bisognerà tener conto degli utili che potranno essere generati senza che si possano creare ulteriori danni ai creditori”, precisano le sigle sindacali.

I rappresentanti dei lavoratori incalzano e chiedono decisioni in tempi rapidi. “Anche per attivare l'ammortizzatore sociale più congruo per tutta la forza lavoro, che al momento risulta sospesa dall'attività lavorativa”, aggiungono.

I sindacati incontreranno nuovamente i curatori non appena questi ultimi avranno redatto la relazione richiesta dal Tribunale e deciso sul futuro dell’azienda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tribunale dichiara il fallimento della Icar, i sindacati incontrano i curatori

MonzaToday è in caricamento