rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Economia Ceriano Laghetto

Gianetti tolta la corrente, ma non si spengono il presidio e la protesta

La Fiom Cgil fa ricorso alla sentenza del Tribunale di Monza che dichiarava legittimo il licenziamento di 152 lavoratori

Si spengono le luci alla Gianetti. Nella prestigiosa azienda di Ceriano Laghetto è stata staccata la corrente. Ormai sono poche le speranze di salvare la ditta.

Ma la Fiom Cgil non si arrende. "Noi continueremo con il presidio e con le vie legali - dichiara il segretario Pietro Occhiuto -. Faremo di tutto per salvare il lavoro di 152 dipendenti che, secondo noi, sono stati lasciati a casa ingiustamente". 

Era infatti l'inizio di luglio quando, a fine turno, i lavoratori della storica azienda brianzola hanno ricevuto un'email con la quale si annunciava il loro licenziamento. Immediata la mobilitazione dei sindacati, ma anche del mondo politico. Il giorno dopo l'annuncio era partito il presidio che ancora oggi prosegue.

I lavoratori e i rappresenti dei lavoratori non si schiodano dai cancelli della fabbrica. Nel frattempo manifestazioni di protesta davanti alla Provincia di Monza e Brianza, alla Regione, alla Prefettura. Incontro con il sottosegretario al lavoro, tentativo (fallito) di ottenere gli ammortizzatori sociali così da avere il tempo di individuare quei possibili acquirenti che già si affacciavano al mercato per acquisire la ditta.

"Non è servito a nulla - prosegue Occhiuto -. Quello che mi lascia maggiormente sconcertato è la sentenza del Tribunale di Monza al quale noi ci eravamo rivolti per quei licenziamenti che consideriamo illegittimi". Il giudice ha rigettato la richiesta dei rappresentanti dei lavoratori. La sentenza pochi giorni fa che dà ragione alla ditta: quei licenziamenti sono legittimi.

"Noi facciamo ricorso - aggiunge -. Non è ammissibile avere lasciato in mezzo alla strada 152 lavoratori e le loro famiglie. Qualcuno ha trovato lavoro, ma in provincia di Varese. Noi siamo convinti della bontà della nostra tesi e per questo continueremo a lottare". Dentro e fuori le aule del Tribunale di Monza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gianetti tolta la corrente, ma non si spengono il presidio e la protesta

MonzaToday è in caricamento