Incontro in Confindustria a Monza sulle potenzialità dei Balcani

"Con l'evento di oggi dedicato ai Balcani, continua l'impegno di UniCredit nel processo di internazionalizzazione delle imprese brianzole che operano all'estero" ha dichiarato Giorgio Cavallaro, Area Manager Monza e Brianza di UniCredit

I Balcani, si stanno configurano come mercati nuovi, vicini e con potenzialità di crescita per migliaia di imprese italiane che hanno già sviluppato business e occupazione.

Sono queste le premesse dell'incontro "Obiettivo Balcani: l'Italia al centro della nuova Europa", organizzato mercoledì nella sede di Confindustria Monza e Brianza, prima tappa del ciclo di eventi attraverso il quale Confindustria Balcani, la Federazione che raggruppa le associazioni di imprese italiane operanti in Bosnia, Bulgaria, Macedonia, Moldova, Serbia e Romania, sta presentando il modello imprenditoriale italiano nell'area del Sud Est europeo.

I Balcani rappresentano un'opportunità per rafforzare l'intero sistema economico italiano. L'imprenditoria lombarda, che contribuisce per il 28% di tutto l'export italiano è chiamata a valutare questa interessante possibilità di internazionalizzazione. Le sole province di Monza, Milano, Bergamo e Brescia rappresentano il 70% dell'export lombardo ed il 20% di quello complessivo italiano.

Monza, che negli ultimi anni ha saputo creare vere eccellenze industriali ovunque all'estero, è tra le prime 15 province esportatrici italiane, ed esporta più di Roma o Parma. L'export monzese è due volte e mezzo l'export medio delle province italiane ed è pari alla somma dell'export di ben 34 province italiane (se prendiamo quelle che esportano meno, ne dobbiamo sommare ben 34 per arrivare all'ammontare di export di Monza e Brianza).

Per quanto riguarda invece le importazioni, si osserva una diminuzione: nei primi sei mesi del 2014 la Lombardia ha importato dai paesi balcanici beni e servizi per quasi 1 miliardo di euro, con una flessione dell’1% su base annua. Nella provincia di Monza Brianza, invece, le importazioni dai Balcani sono state superiori a 33 milioni di euro, con un forte calo rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (-72%).

Nello specifico, risultano particolarmente significativi per la Lombardia e Monza Brianza gli scambi con la Romania, che anche nel 2013 figurava tra le principali destinazioni dei beni e servizi prodotti sul territorio (specie della regione) ed anche un mercato di approvvigionamento rilevante, soprattutto per la provincia.

L'evento si è posto l'obiettivo di presentate le caratteristiche economiche dell'area ma soprattutto le esperienze dirette di imprenditori che hanno sviluppato una parte delle proprie iniziative in quei Paesi e che hanno illustrato le opportunità colte e le criticità affrontate. L'iniziativa monzese di Confindustria Balcani è stata sostenuta da Confindustria Monza e Brianza, Confindustria Balcani e dal partner strategico UniCredit, presente capillarmente nell'Europa Orientale.

"Con l'evento di oggi dedicato ai Balcani, continua l'impegno di UniCredit nel processo di internazionalizzazione delle imprese brianzole - ha detto Giorgio Cavallaro, Area Manager Monza e Brianza di UniCredit - che operano all'estero. I mercati dell'Est Europa sono tra i primari partner commerciali della Brianza. Inoltre nei Balcani il valore aggiunto che può offrire UniCredit è veramente concreto in considerazione del fatto che il Gruppo è leader in Europa Centro Orientale, con presenza in 15 paesi, con quasi 2.500 sportelli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I Balcani sono un’area interessante per le nostre imprese- afferma Massimo Manelli Direttore generale Confindustria Monza e Brianza- sia per le esportazioni che per gli investimenti produttivi; Hub di logistica e di scambi, oggi si configurano come mercati nuovi, vicini e con potenzialità di crescita. Le aziende brianzole che già vantano da sempre alta vocazione internazionale, in occasione dell'incontro odierno sono entrate in contatto con partner strategici per l’internazionalizzazione di impresa e con colleghi imprenditori che hanno già avuto un esperienza di business nelle aree di riferimento. L’obiettivo di CONFINDUSTRIA Monza e Brianza è favorire l’internazionalizzazione delle imprese associate partendo da eventi istituzionali di questo tipo per meglio orientare i servizi associativi verso la creazione di concrete opportunità di business, avvalendosi di sinergie strategiche e partner di rilievo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento