Electrolux, 100mila euro per gli operai che decidono di licenziarsi

Previsti 200 esuberi e solidarietà per lo stabilimento di Solaro

Un assegno da 100mila euro per chi decide di fare un salto nel vuoto e decide di licenziarsi entro il 9 febbraio 2019. È uno dei punti salienti dell’accordo sottoscritto nei giorni scorsi tra i  tra i rappresentanti dei sindacati ed i vertici aziendali di Electrolux. Nel testo, firmato al ministero del Lavoro, è previsto anche il rinnovo di solidarietà per il periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2019, oltre a un numero di esuberi che si avvicina alle 200 unità.

Soddisfatta la Fiom CgIl: "Un risultato importante reso possibile dalla modifica delle norme relative agli ammortizzatori sociali chiesta unitariamente da Fim Fiom e Uilm lo scorso settembre e sostenuta dalla mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori metalmeccanici".
Il ricorso a un altro anno di solidarietà e il nuovo piano industriale presentato da Electrolux per Solaro, sottolinea la Fiom, "devono ora permettere di risolvere la situazione critica in cui si trova da anni lo stabilimento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le incentivazioni all'esodo

L'azienda ha previsto un piano di incentivazione all'esodo a favore dei lavoratori interessati a lasciare l'azienda: 100mila euro in caso di risoluzione del rapporto di lavoro entro l'8 febbraio 2019; 75mila euro in caso di risoluzione del rapporto di lavoro dal 9 febbraio al 30 giugno 2019; 55mila euro in caso di risoluzione del rapporto di lavoro dal 1 luglio al 30 settembre 2019; 25mila euro in caso di risoluzione del rapporto di lavoro dal 9 febbraio, per i lavoratori che raggiungono i requisiti pensionistici con 24 mesi di Naspi; 75mila euro in caso di risoluzione del rapporto di lavoro dal 9 febbraio, per i lavoratori interessati a progetti di auto imprenditorialità; 50mila euro in caso di risoluzione del rapporto di lavoro, per i lavoratori interessati ad essere assunti in altre imprese alle quali l'azienda riconoscerà un incentivo di 20mila euro; 30mila euro ai lavoratori che volontariamente si trasferiranno presso lo stabilimento di Forlì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ponti tibetani della Lombardia dove portare i bambini

  • Verano Brianza, Sofia uccisa a 25 anni da ubriaco mentre attraversa la strada

  • Cesano Maderno, uomo investito mentre attraversa la strada: è gravissimo

  • Giovani ragazze costrette a prostituirsi in un club privato a Varedo: sette arresti

  • Incidente ad Agrate, schianto tra due auto in via Archimede: morta pensionata di Brugherio

  • Incidente stradale a Verano Brianza, travolge e uccide ragazza di 25 anni

Torna su
MonzaToday è in caricamento