menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine repertorio

Immagine repertorio

Crisi Mediaworld, ancora nessun accordo tra azienda e sindacati

Cinquecento dipendenti rischiano il trasferimento da Curno a Verano Brianza

Fumata nera per la crisi di Mediaworld. Ancora nessun accordo tra azienda e sindacati per cercare una soluzione ed evitare i il trasferimento dei cinquecento lavoratori di Curno negli uffici di Verano Brianza.

"L’incontro del 28 giugno 2018 presso il MISE con Mediamarket non ha prodotto alcun esito conclusivo – hanno commentato Alessio Di Labio(Filcams Cgil), Elena Vanelli (Fisascat Cisl) e Marco Marroni (Uiltucs Uil) – L’impresa insiste nel ribadire posizioni inaccettabili. La proposta delle Organizzazioni Sindacali di prorogare il CDS fino a settembre è stata respinta, così come è stata respinta la proposta delle Organizzazioni Sindacali di ridurre l’orario in modo equo tra i lavoratori così come emerso dalle disponibilità volontarie quale alternativa ai trasferimenti".

Il nuovo tavolo si svolgerà mercoledì 4 luglio: "A seguito dell’ennesimo tentativo di trovare un accordo tra le parti da parte del MISE l’incontro è stato aggiornato a mercoledì 4 luglio – hanno concluso – Nel frattempo l’impresa sospenderà i trasferimenti fino a tale data e ne darà comunicazione scritta ai singoli lavoratori. Inoltre l’azienda si è impegnata ad inviare alle Segreterie Nazionali un testo su cui si aprirà il confronto presso il MISE. Prima del 4 luglio le Segreterie Nazionali si incontreranno per fare una valutazione nel merito del testo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento