Mobili: sei miliardi il fatturato del comparto, Mb in testa

Sono complessivamente quasi 10.000 le imprese che si cccupano di mobili in Lombardia, tra produzione e commercio: una quota pari al 16% del totale italiano

Sei miliardi di euro:  a tanto ammonta la ricchezza prodotta dal settore del mobile lombardo. La Lombardia rappresenta oltre il 21% del fatturato totale del mobile, pari a circa 30 miliardi di euro. Sono dati dell'Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza diffusi in occasione del Salone del Mobile di Milano. Il primato spetta a quello che si può definire il "distretto del design" di Monza e Brianza e Como (2, 4 miliardi di euro, 42% del totale regionale e 9% dei quello nazionale).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono complessivamente quasi 10.000 le imprese che si cccupano di mobili in Lombardia, tra produzione e commercio: una quota pari al 16% del totale italiano. Fra queste, 5.597 sono specializzate nella fabbricazione.  Lombardia prima in Italia per produzione (21, 8% del totale nazionale), seguita dal Veneto, secondo con il 18, 4%.  Primo posto tra le province per Monza e Brianza, con 1.761 imprese (31,5 % del totale regionale), seguita da Como (21.4%) e Milano (16,8%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ponti tibetani della Lombardia dove portare i bambini

  • Verano Brianza, Sofia uccisa a 25 anni da ubriaco mentre attraversa la strada

  • Cesano Maderno, uomo investito mentre attraversa la strada: è gravissimo

  • Giovani ragazze costrette a prostituirsi in un club privato a Varedo: sette arresti

  • Incidente stradale a Verano Brianza, travolge e uccide ragazza di 25 anni

  • Coronavirus, spostamenti e vacanze: cosa si può fare (e cosa no) dal 3 giugno

Torna su
MonzaToday è in caricamento