Venerdì, 25 Giugno 2021
Economia

Unicredit a MB: "Basta imprenditori ricchi e aziende sul lastrico"

"Gli imprenditori devono credere per primi nelle loro aziende". A parlare è Gabriele Piccini, country chairman di Unicredit a Monza per un convegno. La banca investirà 7,5 mld in Lombardia

Gabriele Piccini, Country Chairman di Unicredit (foto Piemontese)

"Gli imprenditori? Mettano mano al portafogli. Devono essere loro a credere nelle proprie imprese e a metterci i soldi. Basta con aziende sul lastrico e imprenditori ricchi". A parlare non è un delegato sindacale ma Gabriele Piccini, country chairman di Unicredit Italia in un'intervista a Monza Today. La banca un tempo guidata da Alessandro Profumo ha organizzato questo pomeriggio un convegno nelle sale dell'Hotel de la Ville per parlare degli interventi a sostegno dell'impresa lombarda. Il credit crunch? "Un'espressione semplicistica - C'è stato un calo della liquidità e quindi una stretta nei mesi scorsi, ma siamo già in ripresa". Facile immaginare che queste affermazioni faranno fischiare le orecchie a più di qualcuno. "Tenga conto che le fa un brianzolo di Seveso" precisa Piccini.

Ma cosa possono fare le banche per il territorio? "C'è un problema strutturale: ci sono troppe imprese e troppo piccole. In questo modo non si è competitivi sui mercati internazionali - osserva il dirigente - Bisogna mettere assieme reti d'impresa: qualcuna già c'è e funziona. E poi guardare ai mercati esteri. L'internazionalizzazione paga. Sul mercato interno i consumi non sono in grado di assorbire la produzione". 

Unicredit metterà a disposizione 7,5 mld di euro in tre anni per 3.400 imprese lombarde che verranno destinati al rafforzamento patrimoniale, al supporto diretto all'innovazione e all'ottimizzazione del capitale circolante. Nello specifico, parte dei fondi (1,6 mld) verrà destinata al rafforzamento patrimoniale delle imprese attraverso prodotti che ne facilitino la ricapitalizzazione e  consentano di usufruire degli incentivi ACE. Una seconda tranche di risorse sarà destinata al finanziamento e all'ottimizzazione del capitale circolante, per un totale di 3, 8 mld. Infine, 2,1 mld di euro saranno destinati all'innovazione con un focus particolare sulla nuova imprenditoria e alla progettazione di "laboratori" dedicati alle  filiere specifiche del territorio (agroalimentare e turismo). L'obiettivo è promuovere la nascita di 7.000 nuove start-up.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unicredit a MB: "Basta imprenditori ricchi e aziende sul lastrico"

MonzaToday è in caricamento