A Monza piu' di 4 PMI su 10 fanno rete

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Di fronte a un mutato contesto internazionale, reso più complesso dai processi di globalizzazione, risultano fondamentali le strategie di collaborazione in rete tra le piccole imprese. E' questa l'evidenza più importante emersa nel corso dell'Ottavo Rapporto sulle Piccole Imprese di UniCredit. L'indagine, basata su oltre 100 interviste a piccoli imprenditori brianzoli (oltre 6.000 in tutta Italia, di cui 1.000 in Lombardia), approfondisce vari aspetti e dinamiche dello scenario in cui operano le piccole imprese italiane: dal clima di fiducia alle politiche di innovazione intraprese, dall'appartenenza a filiere produttive alle strategie di internazionalizzazione.

"Una delle tendenze che emerge dalla nostra ricerca - ha affermato Monica Cellerino, Responsabile per il Territorio della Lombardia di UniCredit - è la crescente attitudine delle piccole aziende brianzole a collaborare tra loro per la creazione di vere e proprie reti d'impresa. In particolare, a Monza questa tendenza è superiore alla media lombarda e questa è una buona notizia per il territorio. Dal nostro punto di vista, infatti, far parte di una rete diventa spesso un aspetto premiante per le imprese italiane che, per la ridotta dimensione, hanno difficoltà a diversificare, ampliare e innovare il proprio business per far fronte alle sfide dei mercati globali. Laddove si sono rivelati inefficaci i modelli di crescita tradizionali (M&A, partecipazione azionaria, crescita endogena), possono risultare efficaci le Reti d'Impresa. Il contratto di rete è infatti una formula innovativa ed è uno strumento in grado di aumentare la capacità competitiva delle imprese, senza interferire nell' autonomia decisionale delle aziende che ne fanno parte. Sono 2 le reti di impresa che operano in provincia di Monza, che coinvolgono 9 aziende brianzole, mentre sono 5 le altre imprese del territorio che aderiscono a contratti di rete fuori dalla provincia. E' evidente che nonostante i passi avanti compiuti dagli imprenditori brianzoli - ha concluso Monica Cellerino - è necessario promuovere la cultura e favorire la conoscenza e la diffusione del contratto di Rete su tutto il territorio, ed è proprio quello che intendiamo fare nel prossimo futuro, non solo a Monza, ma in tutta la Lombardia"

A Monza e in tutta la regione Lombardia l'indagine individua una discreta propensione alla collaborazione tra piccole imprese (rispettivamente il 44% e 39% degli intervistati), ma testimonia comunque l'interesse crescente per la tematica e le strategie ad essa correlate tra gli imprenditori del territorio. Tra le aziende che già hanno avviato forme di collaborazione prevalgono coloro che hanno sviluppato collaborazioni strategiche, con un obiettivo ben definito (commercializzazione e distribuzione, ricerca e sviluppo, potenziamento della capacità produttiva). Infatti dall'indagine emerge un dato confortante inerente il livello d'intensità dei progetti di cooperazione attivati, con ben il 70% delle imprese brianzole (e il 66% di quelle lombarde) che registra livelli di collaborazione a media e alta intensità.

Torna su
MonzaToday è in caricamento